Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Forte Marghera e i progetti per il futuro protagonisti a San Basilio

La manifestazione si articola in un ampio programma di convegni dedicati alla valorizzazione dei territori a vocazione turistica e alla riqualificazione

Riflettori sulla riqualificazione del patrimonio pubblico e la sinergia con la valorizzazione del patrimonio culturale per la quarta edizione di “TrE - Tourism Real Estate” che si apre venerdì per concludersi sabato 23 novembre presso il terminal San Basilio di Venezia.

Organizzata da Expo Venice e PadovaFiere, la manifestazione si tiene nell’ambito di “Cult Venezie - Salone Europeo della Cultura” e si articola in un ampio programma di convegni dedicati alla valorizzazione dei territori a vocazione turistica, alle nuove tendenze in fatto di ospitalità alberghiera, ai progetti innovativi di riqualificazione del patrimonio immobiliare. La manifestazione, aperta a tutti, si rivolge in particolare ad architetti, investitori, istituzioni, gruppi alberghieri, progettisti e agenzie immobiliari. Protagonista della quarta edizione di TrE è il progetto europeo “Cultema” (Cultural value for sustainable Territorial Governance and Marketing): finanziato nell'ambito del Programma UE di Cooperazione Transnazionale SEE Europa Sud Orientale 2007–2013 e finalizzato allo sviluppo di una strategia condivisa di mercato per incentivare gli investimenti, soprattutto privati, nei riguardi del patrimonio culturale.

La Regione del Veneto, partner capofila, ospiterà a Venezia una delegazione dei partner appartenenti agli 8 paesi aderenti: Italia, Romania, Grecia, Austria, Bulgaria, Montenegro, Serbia e Macedonia. Tema è la valorizzazione del patrimonio culturale e le potenzialità della rete delle città murate e dei sistemi fortificati, intesi come fattore dello sviluppo sostenibile del territorio (www.cultema.eu). Nello specifico, nell’ambito di “Cultema”, la Regione presenterà al pubblico internazionale Forte Marghera la cui ubicazione e le caratteristiche di sviluppo, 43 ettari di fronte a Venezia, ne fanno una valida opportunità di investimento nei settori della cultura, dell’intrattenimento e dell’ospitalità. Forte Marghera sarà uno dei progetti dei demani pubblici in cerca di investitori e operatori turistico-culturali che verranno presentati venerdì 22 novembre alle 10 durante il convegno di apertura di TrE Tourism Real Estate. Il convegno è realizzato in collaborazione con la Regione Veneto, alla quale interverrà anche Marino Zorzato, Vice Presidente della Regione del Veneto.

Proprio Forte Marghera potrebbe diventare il punto centrale del convegno, non tanto per argomenti quanto per interessi. In questi giorni infatti in laguna sono arrivati una quindicina di investitori da tutta Europa, proprio per capire se lo spazio vicino a San Giuliano sia degno di un massiccio investimento. Al momento nel complesso si trovano Marco Polo System e i ragazzi della cooperativa sociale Controvento, che negli ultimi anni hanno fatto l'impossibile per trasformare un ammasso di ruderi in un nuovo spazio di aggregazione adatto a tutti, catalizzando l'attenzione della città con eventi importanti e feste spettacolari tanto quanto con le ricette dei vari ristoranti che gestiscono all'interno. Ora il Comune deve decidersi a preparare il bando ufficiale, che ancora aspetta in un cassetto, ma nel frattempo i possibili investitori potranno contare su una planimetria completa del Forte. Dei 79 edifici che compongono il complesso quelli al centro sono tutelati e quindi si possono solo recuperare, nella zona intermedia ci sono strutture adatte al restauro e che potrebbero diventare centri di accoglienza, cura della persona, locali, ristoranti alberghi diffusi, piccole attività artigiane. La grande fascia esterna diventerà invece un parco, mentre la zona nei pressi di via Torino, circa 15mila metri quadrati che dall'Università deve tornare al Comune, sarà edificabile.

“Cultema, rappresentativo di otto Paesi europei, è un esempio importante di connessione tra pubblico e privato, per la valorizzazione degli asset immobiliari dei demani europei” - dichiara Marco Mibelli, general manager della manifestazione. “Cultema si inserisce pertanto perfettamente in TrE Tourism Real Estate che si articola in sette convegni a cui parteciperanno 50 relatori per un appassionato confronto tra operatori del turismo e del real estate”. Ad integrare l’aspetto convegnistico di TrE sono i business matching nell’ambito dei quali operatori privati e pubblici avranno l’opportunità di presentare progetti in fase di sviluppo ed asset immobiliari già realizzati, ricevendo un riscontro in tempo reale dal pubblico di investitori, sviluppatori e gruppi alberghieri. Parallelamente TrE sarà un palcoscenico privilegiato anche per studi di architettura e aziende di arredo: un luogo unico dove presentare le proprie idee progettuali per gli ‘alberghi del futuro’. Il tutto nell’ottica di una migliore e sempre più funzionale compatibilità delle soluzioni per la vacanza con i nuovi stili di vita e con le diverse categorie d’utenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forte Marghera e i progetti per il futuro protagonisti a San Basilio

VeneziaToday è in caricamento