Arrestati un cuoco e un pescatore A Caorle gestivano un giro di droga

Un 47enne e un 38enne sono stati fermati dai Carabinieri con 40 grammi di eroina più il "kit" per confezionare le dosi. Ora sono finiti in carcere

Incensurati e insospettabili. Di giorno cuoco e pescatore, di notte spacciatori con un importante giro di droga sul mercato locale. Un 47enne e un 38enne di Caorle sono stati fermati dai Carabinieri nella strada che collega Duna Verde e Porto Santa Margherita, all’altezza del Lido di Altanea. Nella loro Fiat Punto i militari dell’Arma hanno sequestrato 40 grammi di eroina e il classico kit dello spacciatore per confezionare le dosi.

Come riportano i quotidiani locali, i due sono stati arrestati martedì dai Carabinieri del Norm di Portograuro e ora si trovano in carcere a Pordenone.  I Carabinieri hanno subito percepito il nervosismo dei due durante il tradizione controllo di patente e libretto, la droga era nascosta nel vano portaoggetti.

Ora le indagini proseguiranno per capire chi fosse il loro pusher di riferimento ed individuare la rete di complici e clienti.  Dalla perquisizione della abitazioni sono stati recuperati un bilancino di precisione e varie confezioni piene di metadone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento