menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Ripartire i migranti tra i Comuni": Cuttaia propone cabina di regia

Martedì mattina, in occasione di un incontro a Venezia con i capigruppo in Consiglio regionale, il prefetto ha ribadito l'idea di una "tavola rotonda"

Una cabina di regia per risolvere il problema dei migranti. L'idea non è nuova, ed è stata ribadita martedì mattina dal prefetto di Venezia Domenico Cuttaia, in occasione di un incontro a Palazzo Ferro-Fini con i capigruppo in Consiglio regionale del Veneto.

LA PROPOSTA - Per il prefetto è necessario istituire una tavola rotonda composta da un rappresentante della Regione, uno del capoluogo, uno dell'Anci e se necessario uno del Comune destinato ad accogliere i profughi. Il tavolo si dovrà riunire ogni giorno per gestire al meglio la situazione, confrontandosi e ripartendo i richiedenti asilo in tutti i paesi. "Su 579 comuni - ha infatti sottolineato il prefetto - solo 120 stanno ospitando migranti. Ma è solo con l'accoglienza diffusa che si riduce il disagio per i singoli Comuni e si evitano casi come quelli di Eraclea e di Cona".

Cuttaia si è augurato che il progetto possa partire in via sperimentale quanto prima, per delineare un metodo d'azione ed estenderlo, nel caso si rivelasse di successo, a tutte le province della regione.

A chiusura dell'incontro sono stati elencati i dati relativi ai migranti in Veneto: sarebbero 5688 i rifugiati attuali, con 450 arrivi solo in questa settimana. Non si tratta però della quota definitiva, dal momento che sono state aperte le buste per il quarto bando di accoglienza di quest'anno, con 700 posti offerti dagli organismi di solidarietà, a fronte di oltre 1000 richieste.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Venerdì è sciopero dei trasporti del sindacato Sgb

  • Attualità

    I volontari si prendono cura del forte Tron

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento