menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le chiedono di spogliarsi "per gioco", ma la fotografano: 13enne vittima di cyberbullismo

La giovane,studentessa delle scuole medie, avrebbe semplicemente acconsentito alle regole del gioco per non contrariare il gruppo di amiche: i genitori hanno sporto denuncia

La triste vicenda della giovane 13enne, residente nell’area del Veneto Orientale, avrebbe avuto inizio durante una semplice, e “protetta”, gita in montagna organizzata dalla parrocchia. Lì, come riporta la Nuova di Venezia, la ragazzina avrebbe partecipato ad uno dei tanti giochi di gruppo comuni tra i ragazzi di quell’età: in questo caso si sarebbe trattato di qualcosa simile al noto “verità o penitenza”. Quest’ultima, scelta dalle amiche intorno, avrebbe imposto alla giovane di spogliarsi per pochi secondi, tempo comunque sufficiente a scattare delle foto poi diffuse sui social.

Le immagini, nonostante i comprensibili tentativi della 13enne di tenere all’oscuro famigliari e insegnanti, sarebbero arrivate alla preside della scuola media da lei frequentata, è così inevitabilmente arrivata la telefonata ai genitori.

Mamma e papà – dopo aver sporto denuncia alla Procura dei minori di Venezia - avrebbero deciso di ricorrere a uno psicologo per supportare la figlia in questo momento di vergogna e insicurezza da cui è stata travolta suo malgrado.

Un esempio, l’ennesimo, di quel bullismo contemporaneo che si fa forte della tecnologia e della sua enorme capacità di diffusione, accessibile ad utenti sempre più giovani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento