Safer Internet Day: martedì al Majorana-Corner più attrezzati contro il cyberbullismo

La polizia Postale e delle Comunicazioni incontrerà oltre 60 mila ragazzi sul tema: “Creare, connettere e condividere il rispetto: una migliore connessione internet inizia con te”

Più attrezzati contro il cyberbullismo, a cominciare dalle scuole, dove informazione e educazione possono rafforzare contro i pericoli connessi alla navigazione in rete. Martedì polizia Postale e delle Comunicazioni in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ha organizzato, attraverso l’Ufficio Scolastico Provinciale di Venezia, un workshop sul tema del cyberbullismo all’Istituto scolastico Majorana-Corner di Mirano, alla presenza di oltre 600 studenti: Safer Internet Day.

Cyberbullismo, boom di contenuti sessuali tra giovanissimi

Relazioni virtuali positive

Si tratterà di un’edizione speciale del progetto Una vita da social con lo svolgimento, in contemporanea, di incontri presso le scuole di 100 capoluoghi di provincia italiani. La Polizia Postale e delle Comunicazioni incontrerà oltre 60 mila ragazzi sul tema “Creare, connettere e condividere il rispetto: una migliore connessione internet inizia con te”. L’obiettivo delle attività di prevenzione/informazione è insegnare ai ragazzi a sfruttare le potenzialità comunicative del web e delle community online senza correre rischi connessi al cyberbullismo, alla violazione della privacy altrui e propria, al caricamento di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright e all’adozione di comportamenti scorretti o pericolosi per sé o per gli altri, stimolandoli a costruire relazioni positive e significative con i propri coetanei anche nella sfera virtuale.

Uso responsabile

Iniziative come la giornata mondiale dedicata alla sicurezza in Internet - ormai celebrata in oltre 100 paesi - sono di grande importanza perché aiutano a portare la sicurezza della rete all’attenzione di un grande numero di utenti, soprattutto adulti, che sono oggi nel nostro paese quelli meno consapevoli dell’importanza di educare i minori ad un uso sicuro e responsabile della rete.

“Prevenzione e formazione sono gli strumenti più efficaci per far sì che i giovani imparino a navigare con consapevolezza”, ha dichiarato Emanuela Napoli, dirigente del Compartimento polizia Postale e delle Comunicazioni del Veneto. “La tutela dei minori in rete è un atto di corresponsabilità di genitori, educatori e istituzioni che devono lavorare in sinergia per contrastare i fenomeni legati al cyberbullismo, all’adescamento online, e più in generale ai pericoli del web, ricordando comunque che internet rappresenta una grande opportunità”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento