"Da Alì supermercati e i suoi clienti donati oltre 10.000 euro all’Ente protezione animali del Veneto"

Alì Supermercati e i suoi clienti donano oltre 10.000 € ad ENPA. Cuccia calda e cure veterinarie per gli amici a 4 zampe più bisognosi assistiti dai volontari delle 11 sezioni ENPA del Veneto.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo il comunicato e lo pubblichiamo: "Ancora una volta la spesa nei supermercati Alì e Alìper e nelle profumerie Unix si trasforma in un gesto di solidarietà: in questo caso, in sostegno degli amici a quattro zampe più bisognosi. Per il secondo anno consecutivo, infatti, il Gruppo Alì ha inserito all'interno del "Catalogo Premi" la possibilità di accumulare punti con la Carta Fedeltà e donare 1 € in aiuto all'Ente Protezione Animali per soccorrere cani e gatti randagi o abbandonati. Grazie alla generosità dei clienti sono stati raccolti 5.067€, che l'azienda ha raddoppiato portandoli a € 10.134.

Stamattina al Rifugio di Mira, Silvano Canella per Alì Supermercati ha consegnato l'assegno alla Coordinatrice Regionale per il Veneto ENPA Antonella Squilloni, che è anche componente della Giunta Nazionale, e al Presidente del Consiglio Nazionale e Responsabile del Centro Comunicazione e sviluppo ENPA Marco Bravi. Alla cerimonia ha partecipato anche Maela Callegaro, sorella maggiore di Francesca Callegaro, giovane volontaria dell'ENPA prematuramente scomparsa.

"Quest'anno, anche grazie all'importante contributo di quasi 75.000€ consegnato nella prima edizione del 2015 - commenta Antonella Squilloni - gli interventi di sterilizzazione complessivamente eseguiti attraverso le Sezioni Enpa, anche in collaborazione con i Servizi Veterinari delle Aziende Sanitarie competenti per territorio, sono saliti a circa 4.650 che, si stima, arriveranno a 4.850 entro la fine dell'anno. A queste attività si aggiungono centinaia di interventi di soccorso di animali incidentati e feriti".

Nel Veneto vi sono 11 Sezioni Enpa: Verona, Vicenza, Arzignano, Thiene, Asiago, Bassano del Grappa, Padova, Mira, Venezia, Treviso e Belluno. I volontari gestiscono 5 Rifugi per cani ed altrettanti Rifugi per gatti, nei quali vengono accolti animali vaganti e abbandonati su segnalazione dei cittadini.

Mediamente ogni giorno all'interno dei rifugi Enpa del Veneto sono custoditi circa 1200 animali tra cani e gatti, cui vengono garantiti non solo una cuccia calda e cibo, ma anche tutte le cure veterinarie e la profilassi sanitaria. L'obiettivo è che la loro presenza nelle strutture sia breve e finalizzata all'adozione in una nuova famiglia che sappia offrire loro l'amore ed il calore di una casa. Alcune sezioni, pur non avendo una propria struttura Rifugio, prestano la loro opera per incentivare le adozioni presso i Canili Municipali.

"Siamo felici di aver riproposto questa iniziativa che ha avuto grande consenso tra i nostri clienti - commenta Silvano Canella, co-titolare di Alì S.p.A. - affiancando ENPA nella lotta a tutti i fenomeni di maltrattamento contro gli animali e nell'aiuto di amici a quattro zampe bisognosi, abbandonati o feriti che spesso stanno solo aspettando di trovare una nuova famiglia cui donare le loro coccole."

Basti pensare che 1 italiano su 2 ha un animale da compagnia e che, grazie al lavoro congiunto di ENPA, canili municipali e aziende sanitarie, in Veneto il randagismo è in calo, la presenza di cani nei canili è in flessione e soprattutto sono in aumento le adozioni.

Estremamente rilevante è anche il lavoro svolto dai volontari ENPA fuori dalle strutture. Sono centinaia le colonie feline seguite sul territorio urbano delle città venete, con la fornitura di cibo e la sterilizzazione degli animali, con l'obiettivo di facilitare una serena convivenza tra la popolazione felina e quella umana. Inoltre nel 2016 l'ENPA Veneto è stato impegnato in un importante lavoro di raccolta di cibo, coperte, cucce e materiali vari da destinare ai cittadini colpiti dal terremoto del Centro Italia per la cura e l'alimentazione degli animali e in una missione internazionale in Bosnia per la gestione del randagismo".

Torna su
VeneziaToday è in caricamento