Cronaca

Dalle spiagge alla Romania, giro di bici rubate stroncato a Bibione

Indagini da un furgone che girava quest'estate. A casa del proprietario romeno trovate decine di mezzi trafugati. Sono stati 250 quest'anno

Da Bibione alla Romania. Il business delle bici rubate evidentemente non conosce confini.  La polizia locale di San Michele al Tagliamento, ha scoperto con la collaborazione delle autorità romene un punto d'arrivo dei mezzi trafugati questa estate nella localit marittima venezia. Duecentocinquanta le bici rubate in tre mesi, parte della refurtiva è stata ritrovata in Romania.

Le indagini sono partite da un controllo di un furgone rumeno che si aggirava spesso per Bibione durante l’estate. Gli agenti hanno chiesto ai colleghi rumeni di controllare l’abitazione del proprietario del veicolo. I sospetti si sono rivelati fondati, tant’è che la polizia romena ha ritrovato decine di biciclette e alcuni cellulari. Da un confronto con le denunce "bibionesi", alcune biciclette rubate erano proprio quelle ritrovate in casa del cittadino rumeno.

Per D.L. di 35 anni è scattata quindi la denuncia. "I furti di biciclette sono fatti da non sottovalutare, ogni anno spariscono a Bibione centinaia di bici, quest’anno circa 250 - dichiara il comandante della polizia locale Andrea Gallo - Nella rete dei controlli questa estate è capitato un furgone rumeno che tuttavia non aveva mai a bordo merce sospetta: Certamente i traffici – continua Gallo – avvenivano in ore notturne quando i controlli sono meno frequenti".

Ora il nucleo di polizia giudiziaria del comando sta contattando i Comuni vicini, come Lignano, per verificare se parte della refurtiva, sia bici che cellulari, provenga anche dalle località marine vicine a Bibione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalle spiagge alla Romania, giro di bici rubate stroncato a Bibione

VeneziaToday è in caricamento