La basilica di San Marco ha subito danni per oltre 3 milioni di euro

Il procuratore Tesserin ha fatto il riepilogo delle criticità seguite all'acqua alta del 12 novembre. Oggi ancora marea sostenuta

Servono circa 3 milioni di euro per riparare i danni causati alla basilica di San Marco dall'eccezionale ondata di acque alte che ha colpito Venezia a novembre. A questi vanno aggiunti altri 841.000 euro per le coperture, rovinate dal vento del 12 novembre. La stima è stata presentata dalla procuratoria di San Marco, che ha ricordato come, dall'acqua alta di ottobre 2018, siano stati già sostenuti costi per oltre 300mila euro, sui 2,3 milioni di danni stimati allora.

«Non sono tanto preoccupato - ha commentato il primo procuratore Carlo Alberto Tesserin - degli ulteriori anni di vita che potrà perdere la basilica di fronte ad episodi come questo, che sicuramente si ripeteranno, anche se non sappiamo quando; quanto piuttosto dal fatto che, di fronte a una basilica che ha oltre 900 anni di vita, adesso ci troviamo a dover recuperare gli anni buttati dopo il 1966». Intanto oggi è tornata l'acqua alta, che ha toccato la quota massima di 96 centimetri tra le 11 e le 11.30.

WhatsApp Image 2019-12-13 at 15.24.51-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento