menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cortei durante le proteste studentesche a Venezia

Cortei durante le proteste studentesche a Venezia

Danni durante l'occupazione a scuola: pagheranno le famiglie degli studenti

La decisione della preside Perini del Sarpi di Venezia dopo gli eventi di novembre e dicembre: 2407 euro da rifondere con 10 euro a testa per riparare due controsoffitti e alcune porte

Saranno i genitori a pagare per i danni che gli studenti dell'istituto Sarpi di Venezia hanno provocato durante l'occupazione della scuola di novembre e dicembre. Lo ha voluto annunciare, con un avviso, la preside Marina Perini: 2407 euro da risarcire, cioè 10 euro a testa da versare entro il 20 febbraio sul conto corrente scolastico. Una sanzione che vuole essere "esemplare" con funzione deterrente per i prossimi casi di occupazione. Niente stage e gite per gli studenti delle famiglie che non decideranno di pagare. Saranno esentati dalla sanzione coloro che potranno dimostrare l'assenza del figlio durante le proteste e con certificato medico per i malati.

L'inventario dei danni, provocati dal 28 novembre al 5 dicembre scorso, prevede a sistemazione di due controsoffitti e di alcune porte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Veneto sarà quasi di sicuro in area arancione, Zaia: «Oggi l'Rt è a 1,12»

  • Cronaca

    Ordinanza anti alcol a Venezia in vista del weekend

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento