menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prostituzione tra Mestre e Marghera, scattano 4 daspo urbani

L'esito degli interventi della polizia locale di Venezia tra il tardo pomeriggio e la sera di mercoledì e giovedì

Quattro daspo urbani e sanzioni per oltre 2500 euro. È l'esito degli interventi della polizia locale nel Rione Piave a Mestre e lungo via Fratelli Bandiera a Marghera dei giorni scorsi, tra il tardo pomeriggio e la sera di mercoledì e giovedì.

Nello specifico, mercoledì gli agenti, a bordo di una radiomobile del nucleo operativo priva di insegne, hanno sanzionato in via Fagarè un 56enne di Mogliano che aveva appena fatto salire a bordo del proprio veicolo una donna 45enne di origine cinese, per consumare un rapporto. Per entrambi è scattato l'ordine di allontanamento per 48 ore dalla zona. Inoltre all'uomo sono stati contestati la violazione del regolamento di polizia urbana e delle norme anti-Covid, in quanto proveniente da un comune diverso. Nella stessa serata, in via Fratelli Bandiera, sono stati sanzionati un camionista di origine romena e un cittadino del Bangladesh, per aver contrattato e tentato di consumare prestazioni sessuali con delle prostitute bulgare che si trovavano nella zona.

Nel tardo pomeriggio di ieri, infine, gli agenti della polizia locale hanno fermato un 60enne mestrino che aveva fatto salire a bordo della sua auto una prostituta in via Fagarè per poi spostarsi e appartarsi in via Monte Piana. Per lui e per la donna, una cinese 48enne residente a Mestre, sono scattati 450 euro di sanzione e daspo urbano per 48 ore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    L'annuncio di Zaia: «È ufficiale, il Veneto da lunedì in zona arancione»

  • Politica

    Affidato all'Europa il salvataggio delle dune degli Alberoni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento