menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Valeria sabato tornerà a casa, funerali laici a San Marco martedì

Sarà una cerimonia laica nello stesso luogo dove in 7mila l'hanno ricordata mercoledì. Il rito sarà aperto a persone di ogni culto e religione

Valeria Solesin tornerà a casa sabato, assieme ai genitori e al fidanzato Andrea. Sarà l'ultimo viaggio di ritorno per la giovane studentessa morta durante gli attacchi terroristici di venerdì scorso a Parigi. Si trovava al Bataclan assieme ad altre tre persone per assistere a un concerto quando gli attentatori hanno fatto irruzione e hanno cominciato a sparare. La città sta aspettando di abbracciare "sua figlia", come l'ha descritta il patriarca Francesco Moraglia giorni fa. I funerali, come spiegato dal fratello Dario alle agenzie, saranno celebrati martedì mattina in piazza San Marco alle 11. In forma laica e all'aperto.

Lo stesso posto dove mercoledì scorso si sono radunate settemila persone per dire basta al terrorismo, alzando al cielo una miriade di lumini e candele per non dimenticare la figura della giovane dottoranda, che nella sua breve vita è riuscita comunque a lasciare un segno pronfondo in chi la conosceva e anche in chi si è imbattuto nella sua biografia dopo la tragedia. L'amministrazione comunale si è resa disponibile a individuare un luogo ad hoc in cimitero per la sepoltura di Valeria, e ci sarebbero almeno due imprese che si sarebbero fatte avanti in maniera gratuita. L'ultima parola spetterà naturalmente ai genitori di Valeria, che in questa settimana di dolore si sono contraddistinti per pacatezza ed equilibrio.

La salma di Valeria Solesin arriverà sabato mattina alle 12 all'aeroporto Marco Polo di Tessera. Accompagneranno il feretro i genitori, il fidanzato e la sorella di quest'ultimo. Da qui il corpo della dottoranda sarà portato all'obitorio dell'ospedale all'Angelo di Mestre dove un perito effettuerà la ricognizione disposta dalla Procura. Domenica mattina, scortata dalla polizia municipale, la bara sarà portata in municipio a Venezia dove fino a lunedì sarà aperta la camera ardente.

Cordoglio è stato espresso venerdì anche dal presidente della Regione Luca Zaia, che ha dichiarato di essere in contatto con la Farnesina. "Ho scritto ai genitori - ha sottolineato - ma mi fermo qui e non aggiungo altro". Sono due le inchieste aperte sulla morte di Valeria Solesin: a Roma il procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo ha aperto un fascicolo su tutti gli attentati; mentre la procura di Venezia si occupa in particolare della strage, ad opera dei terroristi dell'Isis, avvenuta nel locale Bataclan, nella quale è morta la  28enne. Il titolare di questa seconda indagine è il procuratore aggiunto Adelchi d'Ippolito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento