Cronaca

A Portogruaro l'evasione galoppa: in 10 mesi scoperti 77 falsi nullatenenti

La guardia di finanza della città del Lemene ha tirato le somme dell'attività 2012: 62,5 milioni di euro di redditi non dichiarati, 132 lavoratori irregolari, due aziende emettevano false fatturazioni

Settantasette evasori totali per 62,5 milioni di euro di redditi non dichiarati e Iva evasa per oltre 13 milioni di euro. Sono numeri importanti quelli snocciolati dalla guardia di finanza di Portogruaro, che ha tirato le somme dell'attività svolta nei primi mesi del 2012. Le fiamme gialle hanno sorpreso i falsi nullatenenti non solo nell'area della città del Lemene, ma anche a San Donà di Piave, Jesolo e Caorle.

Non solo evasioni fiscali, però. Sono state individuate anche 132 posizioni lavorative irregolari, specie nella ristorazione, di cui 63 completamente in nero. Tra le maglie dei finanzieri esercizi commerciali che pur di non pagare le tasse si facevano passare per organizzazioni non a scopo di lucro. E' il caso di una palestra che beneficiava di contributi pubblici per la sua particolare conformazione societaria. I suoi frequentatori pagavano però lo stesso una retta mensile, che però non veniva dichiarata. La somma evasa è stata di circa 200mila euro.

Scoperte due imprese attive nel commercio di metalli coinvolte nell’emissione, dietro compenso, di fatture per operazioni inesistenti per due milioni di euro. Oltre a ciò è stata rilevata anche la mancata dichiarazione di basi imponibili per 7,5 milioni di euro con una conseguente evasione di circa 2 milioni di euro nell’arco di cinque anni.

Sono continuati i sequestri di droga: in totale requisiti 4,6 chilogrammi di stupefacenti tra hashish, marijuana, cocaina ed eroina. Tre gli spacciatori finiti in manette e sette i denunciati.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Portogruaro l'evasione galoppa: in 10 mesi scoperti 77 falsi nullatenenti

VeneziaToday è in caricamento