rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca

Nel Veneziano uno scontrino su tre non c'è: "piovono" evasori totali

Nei primi cinque mesi del 2013 la guardia di finanza ha ravvisato irregolarità nel 30,32% dei casi. Nel Triveneto quasi 600 falsi nullatenenti

Un terzo dei controlli eseguiti dal Comando provinciale della guardia di finanza di Venezia in fatto di scontrini fiscali e ricevute ha portato a una sanzione o alla scoperta di qualche irregolarità. Questo il dato che maggiormente salta all'occhio tra i dati dei primi cinque mesi di attività del 2013 forniti dalle fiamme gialle in occasione dei festeggiamenti per il 239esimo anniversario della fondazione della guardia di finanza. Il 30,32% degli accertamenti (su 1.649 totali) ha quindi colto in fallo esercenti e commercianti. In fatto di evasione, poi, i finanzieri del Triveneto hanno recuperato 994 milioni  di euro, scovando ben 559 evasori totali e paratotali. Una parte sono anche in terra lagunare.

L'attività dei baschi verdi, però, spazia dalla droga alle truffe fino alle estorsioni. In fatto di frodi la "formula" classica è quella del "Carosello", in modo da dichiarare meno introiti e risparmiare sull'Iva. In cinque mesi le fiamme gialle hanno contestato quasi cinque milioni di euro ai "furbetti" del bilancio. In fatto di lavoro sommerso, invece, sono stati 57 i dipendenti in nero scoperti, mentre quelli irregolari sono stati 114. Cinquanta i datori di lavoro sanzionati.

Da gennaio a maggio, poi, sono stati sequestrati beni per reati fiscali per 4 milioni e mezzo di euro circa.  Ma c'è anche chi magari le tasse le paga regolarmente, poi però percepisce finanziamenti indebiti (191.731 euro scoperti), magari frodando gli enti previdenziali e assistenziali (37.116 euro). Finanziamenti pubblici non in regola.

In fatto di criminalità, invece, una persone è stata arrestata con l'accusa di usura, mentre a finire in manette per questioni di droga sono stati in 32. Tra hashish e marijuana in cinque mesi sono stati recuperati 468.058 grammi di stupefacente, cui bisogna sommare la cocaina requisita (4.018 grammi) e l'eroina (8.870 grammi), che a quanto pare va per la maggiore.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel Veneziano uno scontrino su tre non c'è: "piovono" evasori totali

VeneziaToday è in caricamento