Richiedenti asilo, a Conetta presenze in picchiata. Boffi: "Problema ridimensionato"

I dati della Prefettura: a marzo 2018 in generale 1931 ospitati, quando nel luglio scorso erano 2533. Nell'ex base Nato si è passati da una popolazione di 1407 persone a "sole" 555

L'ex base di Conetta

Le linee dei grafici mostrano tutte una tendenza al ribasso, denotando una generale diminuzione della presenza di migranti in territorio veneziano. Se poi si concentra l'attenzione sulla situazione dell'ex base Nato di Conetta, la linea va in picchiata: dal picco di presenze (1407 nel luglio scorso) si è giunti a 555 ospitati ad aprile 2018. Quasi un migliaio i richiedenti asilo in meno, a fronte di una diminuzione degli sbarchi sulle coste del Meridione e a una maggiore capienza delle altre strutture sul territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dati metropolitani

Ad oggi, infatti, i richiedenti asilo presenti nel territorio metropolitano lagunare sono 1857, di conseguenza 1.302 trovano alloggio in altre strutture. Nel 2017 questo numero era leggermente inferiore (1126), con una popolazione di Conetta che però raggiungeva le 1407 unità. I conti sono presto fatti: ad aprile 2018 nel Veneziano si trovano 676 migranti in meno rispetto a 12 mesi prima.

Le presenze di richiedenti asilo nel Veneziano

profughi ok-10

C'è chi "punta" a Conetta

A Conetta, inoltre, la situazione è in divenire, con 4 o 5 realtà che avrebbero presentato progetti per la futura gestione del campo, partecipando al bando pubblico pubblicato dalla Prefettura. Una novità rispetto agli scorsi anni. A marzo 2018 erano 1931 i migranti ospitati nella città metropolitana di Venezia (nel dato sono esclusi coloro che aderiscono allo Sprar), nel luglio scorso si era arrivati a 2.533 persone.  "Questo era il problema più grave quando sono arrivato, ma ora si è molto ridotto - ha dichiarato il prefetto Carlo Boffi, che andrà in pensione tra pochi giorni - spero per il mio successore che si riveli meno impegnativo". 

Le presenze a Conetta

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

cona ok-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si alza il rischio di contagio, in Veneto regole più severe: lunedì nuova ordinanza

  • Le previsioni: possibili grandinate e raffiche di vento

  • Violento maltempo: tetti scoperchiati, albero caduto su una casa di cura FOTO

  • Auto cappottata al casello Mestre-Villabona

  • Addio a Carlotta, morta nel sonno a 13 anni

  • «I pusher nigeriani si sono impadroniti di Marghera, gang pericolosissima»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento