rotate-mobile
Cronaca

Un "tranquillo" 2 giugno di tradizionale pienone a Venezia: i varchi restano aperti

Dimezzato rispetto al ponte del 1 maggio il traffico dei lancioni a Fondamente Nove. Diverso il discorso per quanto riguarda i pullman turistici: 356 autorizzazioni, ossia livelli di picco

Da terra, più che dall'acqua. E' stato un 2 giugno da pienone a Venezia, anche se non c'è stata necessità di chiudere i varchi che hanno fatto discutere mezzo mondo. Dunque la gestione dei flussi è stata "tradizionale", come certo non fuori dall'ordinario è stato l'afflusso di persone che si è riversato in centro storico. L'autorimessa è stata "sold out" dalle 14 alle 16, mentre sono stati emessi nella giornata di sabato 356 pass ztl per gli autobus al Tronchetto, numeri che denotano un picco decisamente oltre la media.

Lancioni "dimezzati"

Discorso inverso per quanto riguarda i lancioni: le "toccate" alle fondamente Nove sono state 19, con relativo sbarco di turisti, mentre durante la giornata c'è stato un solo imbarco. Confrontando i dati con il ponte del primo maggio, quando per la prima volta entrarono in vigore le misure straordinarie di gestione dei flussi, si scopre che il traffico dei lancioni è stato praticamente la metà (il 1 maggio furono 42 le toccate, numero che il 28 aprile salì fino a 47), mentre per quanto riguarda i pass ztl per gli autobus al Tronchetto siamo sui livelli di domenica 29 aprile, quando ne furono concessi 431.

Blitz dei no global

Nel frattempo i varchi posizionati agli ingressi principali di Venezia continuano a fare discutere: sabato mattina i no global si sono presentati davanti alle strutture in Lista di Spagna e hanno sbarrato l'afflusso, simulando l'ingresso controllato con biglietto di un parco giochi: "Ma questo non è Disneyland", hanno sottolineato. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un "tranquillo" 2 giugno di tradizionale pienone a Venezia: i varchi restano aperti

VeneziaToday è in caricamento