Quarto d'Altino-Jesolo, degrado sul Sile: luogo di bivacco e discarica a cielo aperto

I residenti lamentano il degrado e l'inciviltà dei cittadini che gettano i rifiuti in mezzo al verde che costeggia il fiume ma anche di nullafacenti che passano le giornate accampati tra i cespugli

I rifiuti abbandonati sugli argini

Tra i fili d'erba si scorge di tutto: un "cimitero" di bottiglie di plastica soprattutto ma anche altri oggetti tra cui un pallone sgonfio e perfino un new jersey buttato tra i cespugli come fosse invisibile.

E' il triste spettacolo che si "ammira" sulle rive del fiume Sile da Quarto D'Altino a Jesolo. La denuncia arriva dai residenti che lamentano una situazione davvero insostenibile, e le foto parlano chiaro: argini di un fiume abbandonati a sè stessi, zona franca per nullafacenti e discarica a cielo aperto per cittadini incivili.

La rabbia è tanta, il degrado, a volte, raggiunge livelli insopportabili: "Questa porcheria - raccontano - affianca anche la pista ciclabile. Tante volte c'è anche gente che bivacca dentro o dietro i cespugli". Uno spettacolo indecoroso che non risparmia i passanti costretti a volte anche a vedere decine di sacchi di immondizia abbandonati a terra. I cittadini sperano che in futuro la situazione possa cambiare, che le amministrazioni comunali diano magari una risposta forte a questi conmportamenti confidando anche nel senso civico e nella coscienza delle persone.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Violenta collisione in serata, perde la vita un 53enne di San Stino

  • L'Auchan passa a Conad. Sciopero e presidio a Mestre

  • Barca finisce in secca, volo dell'elicottero per recuperare quattro persone

  • Controlli e multe nei ristoranti: 225 chili di alimenti sequestrati in un solo esercizio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento