menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaghetti tra le calli e "bagno" a San Marco, veneziani furiosi

In città si stanno sollevando sempre più lamentele per il degrado provocato dal turismo di massa. "Ormai se ne vedono di tutti i colori"

Gente che dorme in strada, gente che improvvisa pic-nic selvaggi, gente che si lava comodamente i piedi nell’acqua fognaria. Sono alcune delle “cartoline” lasciate quest’estate dal turismo di massa in tutto il centro storico di Venezia. E l’ultima moda, come riporta Il Gazzettino, è quella di “spiaggiarsi” nell’alta marea della piazza più bella del mondo. Nel cuore di Venezia ormai si vede davvero di tutto, e sono molti coloro che adesso iniziano davvero a sbottare per questa situazione di degrado.

In una situazione di grande caos e di poco rispetto per le regole, non mancano coloro che sfrecciano tra le calli in bicicletta e monopattino nonostante i divieti, e non sono mancati neppure i genitori che hanno abbandonato proprio nelle “piscine naturali” provocate dall’acqua fognaria i propri bimbi in costume e pannolone. I veneziani scuotono la testa, si dichiarano disgustati e intanto immortalano tutte queste immagini per poi esprimere il proprio sdegno su Facebook.

In questo contesto non mancano ovviamente le lamentele per il fenomeno sempre più dilagante dei venditori abusivi, che ormai regnano in qualunque angolo della città e per qualunque tipo di merce. Dai bengalesi che propongono rose ai cingalesi con accessori di tutti i tipi, fino ovviamente ai tipici souvenir cinesi venduti praticamente ovunque nonostante spesso riportino nomi e luoghi storpiati. Le associazioni di categoria hanno già alzato la voce, chiedono normative molto più rigide per arrestare questo degrado.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento