menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

È un fine settimana di degrado a Venezia: in bici tra le calli, sporcizia e rifiuti in giro

Continuano i comportamenti incivili dei turisti in laguna, di quelli che danno una brutta immagine della città di San Marco nel mondo. Venezia una "discarica" a cielo aperto

Scene di ordinario degrado. Con Venezia come sempre protagonista in negativo. Il fine settimana, come spesso capita, porta in dote frotte di turisti che del buon costume non sanno che farsene. Dopo un sabato fatto di intensi via-vai di persone lungo le calli e nei campi della città, quello che rimane sono rifiuti lasciati alla loro sorte in terra, sporcizia e incuria.

Ma non solo. Perché i turisti hanno dato il meglio di sé, chi circolando tranquillamente per le calli in sella alle proprie mountain bike, chi raggiungendo con la propria biciletta Piazza San Marco. Scene viste e riviste, comportamenti che continuano a ripetersi a rotazione, che di Venezia, nel mondo, non danno certo una bella immagine. Altri esempi? I numerosi turisti che scambiano la laguna per una piscina, decidendo di sconfiggere il caldo facendo quattro bracciate, o che - come successo in passato - scelgono un angolo della città per fare i propri bisogni. E che dire degli avventori che si "accampano" sui masegni? Non c'è limite al peggio.

Non è storia di questo fine settimana, ma solo due settimane fa una turista è finita dritta in fondamenta con la sua automobile. Un'incursione che ha lasciato sbigottiti i turisti, e che sta diventando una consuetudine più che un'eccezione, specie durante l'inizio della stagione turistica, con i conducenti che continuano, come nulla fosse, la propria marcia sui masegni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento