menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Delrio, Zaia e Brugnaro (archivio)

Delrio, Zaia e Brugnaro (archivio)

Mose, Delrio assicura: "I fondi ci sono. Stiamo affrontando il tema della manutenzione"

Il ministro alle Infrastrutture giovedì all'assemblea nazionale dell'Anci. "Le opere vanno concluse, il governo ha già messo a disposizione le risorse per il completamento"

Il Mose resta prioritario per il governo. Lo ha assicurato il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio, a Vicenza giovedì per l'assemblea nazionale dell'Anci. Con l'occasione è stato fatto il punto della situazione di diverse grandi opere in corso nel Veneto e nel Nordest. "Per il Mose di Venezia - ha detto il ministro - abbiamo messo a disposizione le risorse per il completamento, perché le opere vanno sempre completate. I soldi sono già disponibili e inseriti nell'ultimo decreto firmato dal presidente del Consiglio su mia proposta".

Resta il nodo legato ai costi e alle modalità di manutenzione, una volta che il sistema di paratoie mobili sarà in funzione. "Adesso stiamo affrontando il tema della manutenzione dell'opera - ha aggiunto Delrio - È un grande impegno anche quello di farla funzionare, stiamo ragionando su qual è lo strumento idoneo per questo".

Si è parlato anche delle opere al di fuori della provincia di Venezia. Sulla Pedemontana Delrio si è detto ottimista spiegando che il governo "ha dato alla Regione il suo contributo, quindi si va avanti". "La Valdastico Nord - ha aggiunto il ministro - è un dossier che abbiamo risolto definitivamente. Si era bloccato due anni e mezzo fa, adesso stanno progettando la parte esecutiva del tratto veneto e stanno studiando il corridoio di fattibilità con la Provincia autonoma di Trento sulla parte trentina".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento