Cronaca

Demolazione delle navi da pesca Ecco le graduatorie per i contributi

Il tema è molto sentito, visto l'alto numero di pescatori dell'Adriatico che decidono di abbandonare l'attività a causa della crisi del settore

La notizia, nell’ambito della marineria peschereccia del Veneto, era attesa da tempo. Sono pronte le graduatorie relative alla richiesta di contributo per la demolizione o la  rottamazione delle navi da pesca, con il cofinanziamento del Fondo Europeo Pesca (FEP). Il decreto ministeriale di adozione delle graduatorie stesse è stato mandato alla Gazzetta Ufficiale per la pubblicazione, dopo essere stato vistato dall’Ufficio Centrale di Bilancio e dalla Corte dei Conti.

“Noi siamo pronti – afferma l’assessore alla pesca del veneto Franco Manzato – e subito dopo la pubblicazione adotteremo la delibera che impegna le risorse finanziarie disponibili e attiva contestualmente, con la preziosa collaborazione delle Capitanerie di Porto, le procedure per l’erogazione dei contributi. Secondo i primi calcoli, le risorse dovrebbero essere sufficienti per coprire tutte le istanze di contributo delle imprese venete che hanno fatto richiesta”.

La rottamazione delle barche da pesca della marineria veneta è un tema molto sentito, visto l’alto numero di addetti che decidono di non proseguire nell’attività peschereccia a causa della crisi che sta attanagliando da anni il settore. “Abbiamo lavorato per ottenere un bando specifico da parte del Ministero – spiega Manzato - cui spettano le competenze in materia, mettendo nel piatto nostre risorse, attinte dal FEP assegnato al Veneto. Il bando è stato fatto, è stata presentata una cinquantina di domande e ora siamo alla fine del percorso”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Demolazione delle navi da pesca Ecco le graduatorie per i contributi

VeneziaToday è in caricamento