rotate-mobile
Cronaca

Il materiale "plastico" fa il suo dovere: questa volta la Torre Vinyls è stata abbattuta

Una lunga mattinata di preparativi, poi, nel pomeriggio di domenica, i militari dell'esercito hanno detonato l'esplosivo che ha abbattuto la prima delle due torri dell'ex stabilimento

Questa volta l’esplosione ha dato il risultato sperato. La prima delle due torri presenti nell'ex stabilimento Vinyls di Porto Marghera è stata demolita, dopo l'insuccesso di giovedì. Le operazione sono iniziate alle 8 di domenica, prese in carico sin dal principio dal personale specializzato dell'esercito in forza al 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine. Si è trattato un intervento che da circa 30 anni non si effettuava sul territorio nazionale.

L’intervento dell’esercito, riuscito attorno alle 16.38, era stato richiesto dalla prefettura di Venezia nella tarda serata di giovedì, a seguito del mancato abbattimento della fiaccola “CV22”, effettuato da una ditta civile specializzata lo stesso giorno. Visto il rischio per l’incolumità pubblica, il prefetto ha chiesto all’Esercito di pianificare l’intervento di demolizione in tempi ristretti.

Abbattimento torre

I militari hanno utilizzato materiale esplosivo di tipo “plastico” (cariche esplosive denominate PX64) in dotazione alla Forza Armata. Si tratta di materiale facilmente modellabile soprattutto su manufatti di tipo circolare, come quelli che costituiscono la struttura portante della torcia che aveva resistito alla prima esplosione. I militari hanno prima dimensionato le cariche esplosive, posizionandole solo su due delle tre gambe che costituiscono la struttura portante della torre, e successivamente, tramite innesco con un circuito elettro-detonante, le ha fatte esplodere, provocando la caduta del manufatto nella direzione desiderata. La torre è stata regolarmente abbattuta: solo un principio d'incendio nelle sterpaglie vicine. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il materiale "plastico" fa il suo dovere: questa volta la Torre Vinyls è stata abbattuta

VeneziaToday è in caricamento