rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca Cavallino-Treporti

Cavallino, tomba di Denise Bozzato profanata dai ladri al cimitero

Lunedì notte sono sparite due angioletti di ceramica regalati da parenti e bambini della scuola materna che la piccola di 5 anni frequentava prima di cedere alla malattia cardiaca

Non ha pace la famiglia di Denise. La sua tomba è stata profanata nella notte di lunedì scorso a Cavallino Treporti e la denuncia è partita martedì mattina. A segnalare il fatto sono stati i parenti della piccola morta quasi un anno e mezzo fa per una malattia cardiaca. Dalla tomba al cimitero sono state rubate le statue di due angeli in ceramica, una delle quali, alta circa 40 centimetri, era stata regalata dai bambini della scuola materna che Denise Bozzato, 5 anni, frequentava. L'altra, più piccola, sui 10 centimetri, era regalo dei parenti. Proprio loro sono insorti quando hanno saputo del furto al cimitero.

"Perché non c'è alcun controllo che possa scoraggiare furti così?", è la domanda che si sarebbero posti più spesso da martedì assieme alle frasi di condanna contro i ladri che si sarebbero permessi di profanare un luogo sacro e di ricordo. Come riportano i quotidiani locali, "Riportate indietro le due statue" è l'appello della zia, "E vergognatevi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cavallino, tomba di Denise Bozzato profanata dai ladri al cimitero

VeneziaToday è in caricamento