Cronaca

Continua a rubare nonostante il divieto di dimora, trovato a Venezia e portato in carcere

Operazione dei poliziotti, che hanno anche denunciato altre due borseggiatrici

Mercoledì pomeriggio gli investigatori di San Marco hanno condotto in carcere un cittadino romeno di 52 anni, S.V.. L’uomo si era reso responsabile di diversi furti e borseggi nell’area del centro storico veneziano e per questo motivo, lo scorso 8 febbraio, gli era stata irrogata la misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Venezia. Successivamente i poliziotti hanno scoperto che il ladro, nonostante l'ordine del giudice, ha continuato per tutto il mese di febbraio a frequentare il centro storico lagunare, accompagnandosi a persone sospette e prediligendo le zone turistiche di Rialto e della stazione dei treni. Così è stato disposto l'inasprimento della misura, sostituendola con quella della custodia in carcere: l'uomo è stato rintracciato e condotto nel carcere di Santa Maria Maggiore.

Due denunce

Le operazioni della polizia hanno consentito di individuare anche due giovani borseggiatrici, una ventenne bosniaca e una trentenne italiana. La prima è destinataria di un ordine di carcerazione perché deve scontare una pena di 2 anni e 10 mesi di reclusione, sospesa vista la gravidanza della ragazza.
Entrambe saranno comunque denunciate per inosservanza del foglio di via obbligatorio, con divieto di fare ritorno nel comune di Venezia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continua a rubare nonostante il divieto di dimora, trovato a Venezia e portato in carcere

VeneziaToday è in caricamento