Controlli a Venezia: prese due borseggiatrici, un bar multato

Fermate dalla polizia due ladre di origini bosniache. Segnalato il locale per aver venduto alcol a minori

Nella serata e nottata di martedì controlli straordinari nel centro storico di Venezia da parte degli agenti del commissariato San Marco, coadiuvati dagli operatori del Reparto prevenzione crimine “Veneto” e da una unità cinofila della questura di Padova.

I controlli

Sono stati sottoposti a controlli amministrativi vari esercizi pubblici nei sestieri di Cannaregio e Castello: durante i controlli è stata arrestata e accompagnata all’istituto penale minorile di Pontremoli una borseggiatrice bosniaca su cui gravava un ordine di esecuzione per una condanna di 1 anno e 8 mesi di reclusione. Un’altra donna di nazionalità bulgara, anche lei conosciuta per furtarelli, è stata denunciata per violazione del divieto di ritorno nel comune. Gli agenti hanno inoltre denunciato per detenzione a fini di spaccio un italiano trovato in possesso di circa 14 grammi di hashish. Infine un bar è stato segnalato per la sospensione dell’attività, da 15 giorni a tre mesi, per aver somministrato recidivamente alcolici a minori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Coronavirus, i dati aggiornati

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: aggiornamenti

  • Coronavirus, inizia la settimana più lunga: gli aggiornamenti

  • L'ordinanza del ministero della Salute e del presidente della Regione Veneto

  • Hanno partecipato al Carnevale di Venezia: scatta la quarantena nel Salernitano

Torna su
VeneziaToday è in caricamento