menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In casa 7 piantine "giovani" di marijuana, 18enne di Marghera finisce nei guai

I carabinieri di Mestre, nelle zone sensibili di Marghera, hanno sorpreso una minorenne con 40 grammi di "maria" e uno spacciatore tunisino con alcune dosi di cocaina e di eroina

Continuano a stringersi le maglie del contrasto dello spaccio di stupefacenti nel Veneziano. Nello specifico, è stato il territorio di Marghera quello setacciato dai carabinieri della compagnia di Mestre, coadiuvati da un'unità del nucleo cinofili di Torreglia (Padova). Un servizio di prevenzione, che ha portato a tre denunce e sequestro di droga.

L'operazione dei militari dell'Arma, dipanatasi nelle aree più sensibili di Marghera, hanno portato alla denuncia di un cittadino tunisino, A.N. di 44 anni, sorpreso dagli uomini in divisa mentre si stava disfacendo di un involucro contenente tre confezioni termosaldate di eroina e due dosi di cocaina, con ogni probabilità destinate allo spaccio. Ma non solo: nel corso dello stesso servizio a finire nei guai è stata anche una ragazzina, minorenne, trovata in possesso di cinque involucri, contenenti un totale di 40 grammi di marijuana. Anche per lei è scattata, inevitabilmente, la denuncia.

Un altro ragazzo italiano, C.C., appena 18enne, ha ricevuto una visita domiciliare da parte dei carabinieri, che avevano notato uno strano via vai in prossimità della sua abitazione. Durante il corso della perquisizione, i militari hanno trovato ben 7 piante di marijuana, di altezza tra i 4 e in 12 centimetri, oltre ad un bilancino di precisione. Il giovane è stato denunciato all'autorità giudiziaria competente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento