Controlli e multe nei comuni del Miranese

I dati della Municipale dal 17 marzo al 6 aprile: 27 persone sanzionate, 5 denunciate. Vesnaver: «Dispiace leggere questi numeri». Ieri un'altra violazione al parco Nuove Gemme di Spinea

Parco Nuove Gemme Spinea, archivio

Prosegue il presidio del territorio da parte della polizia locale dell’Unione dei Comuni del Miranese, all'opera nel far rispettare le restrizioni contro il diffondersi dell’epidemia da Covid-19. Secondo i numeri del comandante della Municipale dell'Unione, Michele Cittadin, tra i territori di Martellago, Mirano, Noale, Salzano e Spinea, dal 17 marzo al 6 aprile, sono state impiegate nel controllo 166 pattuglie, per un totale di 332 agenti, che hanno fermato 1.016 persone e verificato 6.454 esercizi commerciali. 

I dati della Municipale

Questo il risultato: 27 persone sanzionate, 4 persone denunciate, una denuncia per altri reati collegati al coronavirus. «Dispiace leggere questi numeri – commenta la presidente dell’Unione, Martina Vesnaver, sindaco di Spinea – è troppo importante che i nostri cittadini comprendano tutti al più presto la fondamentale importanza di rimanere a casa. Non è facile, lo sappiamo. Ma stare fermi è l’unico modo per sconfiggere questo virus che ci sta tenendo in scacco già da troppo tempo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Violazioni e multe

È di ieri pomeriggio, mercoledì 8 aprile, la notizia di una violazione in uno dei parchi chiusi al pubblico a Spinea, dove un equipaggio ha identificato e sanzionato 4 persone: tre ventenni (un italiano e due stranieri regolari) e una ragazza italiana residente a Spinea. Tutti multati per violazione dell'ordinanza del ministero della Salute, con diffida verbale a non ripetere l'accesso al parco. È stato poi disposta la chiusura del cancello di accesso in via Pascoli. «Insisto nel chiedere il rispetto delle regole – conclude Vesnaver – come vedete i controlli ci sono e le sanzioni pure, e in alcuni casi piuttosto salate. Stiamo a casa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento