menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le tracce nell'auto abbandonata portano dritte al ladro: denunciato dai carabinieri

Un uomo accusato di ricettazione, ma la lista dei reati potrebbe allungarsi. Determinanti le analisi dei Ris di Parma, il veicolo fu trovato a Mira nel 2015

A distanza di mesi viene incastrato dalle analisi del Ris di Parma e denunciato dai carabinieri della compagnia di Mestre per ricettazione. Protagonista della vicenda un cittadino di nazionalità romena residente a Padova, che probabilmente pensava di averla fatta franca da quell'incidente di percorso: ovvero quando, nel febbraio 2015, un'auto abbandonata finì al centro delle attenzioni dei militari della tenenza di Mira. Un veloce controllo in database e gli uomini in divisa scoprirono che il veicolo risultava trafugato qualche mese prima in provincia di Treviso. I carabinieri, però, non hanno "mollato l'osso" continuando gli accertamenti tecnico-scientifici. 

Sul veicolo rubato erano state posizionate targhe di un’altra auto, asportate qualche settimana prima dal piazzale di un concessionario in provincia di Ferrara. I militari, insospettiti dalla circostanza di aver a che fare con due distinti furti, per giunta commessi in province diverse, hanno prestato tutte le cautele del caso per non "inquinare" l'abitacolo del mezzo abbandonato, in modo da preservare eventuali tracce dei malintenzionati. Così è stato: il veicolo è stato sottoposto ai rilievi dei carabinieri del Nucleo operativo della compagnia di Mestre che, attraverso l’utilizzo di polveri evidenziatrici e sostanze chimiche di contrasto, sono riusciti a isolare e repertare alcune tracce. 

Il materiale raccolto, essendo ricco di sostanze biologiche, è stato inviato al laboratorio del Ris di Parma: è lì che le analisi hanno permesso di individuare il profilo genetico di un uomo già noto alle forze dell'ordine per furti, posizionandolo a bordo dell'auto rubata. Per questo motivo è scattata la denuncia per ricettazione, mentre sono in corso ulteriori accertamenti per far luce su altri episodi simili in zona. I carabinieri non escludono ulteriori novità a breve.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento