rotate-mobile
Cronaca Eraclea

Gioielli e biciclette “d’oro” rubati, in due denunciati per ricettazione

I carabinieri di San Donà hanno scoperto due malviventi romeni che custodivano monili in oro e bici di valore di cui non hanno saputo fornire spiegazioni

Custodivano gioielli e biciclette di valore di cui però non sapevano indicare la provenienza: due i malviventi di origine rumena che sono stati denunciati nei giorni scorsi dai carabinieri per il reato di ricettazione.

RITROVA I GIOIELLI SUL SITO INTERNET. Ad Eraclea, in particolare, i militari durante dei controlli effettuati su un 25enne, residente a Noventa Padovana, hanno trovato i monili in oro di cui il giovane non è riuscito a spiegare la provenienza. Una volta sequestrati gli oggetti, le foto sono state inserite nella banca dati del sito dell’arma dei carabinieri. Grazie a questa intuizione una donna di San Donà di Piave, che aveva subito un furto in abitazione verso la metà di settembre, ha chiamato la stazione di Eraclea segnalando di avere riconosciuto i propri gioielli, riuscendo ad entrarne in possesso nuovamente.


A SAN DONA' DI PIAVE. A San Donà di Piave, invece, i militari hanno trovato in casa di un cittadino romeno di 27 anni un telefono, un orologio di pregio e 10 biciclette di varie marche, molte di elevato valore. Anche in questo caso lo straniero non è stato in grado di giustificare il possesso del materiale, che è stato sequestrato e trattenuto dal Nucleo Operativo e Radiomobile di San Donà di Piave. Per l’orologio e il telefono è stato accertato il fatto che provengano da furti, tanto che il giovane è stato già denunciato per ricettazione, mentre per le biciclette, già inserite nella banca dati del sito internet dell’Arma, le indagini sono ancora in corso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioielli e biciclette “d’oro” rubati, in due denunciati per ricettazione

VeneziaToday è in caricamento