menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rave party alle ex cave di Mirano, una trentina i giovani denunciati

I carabinieri hanno segnalato alla Procura giovani tra i 16 e 34 anni per invasione abusiva di terreni privati. L'organizzatore aveva usato i social

Sono una trentina i giovani denunciati dai carabinieri della stazione di Mirano per aver partecipato a un rave party illegale in un'area privata adiacente alla zona delle "ex Cave" di via Taglio. I residenti del paese veneziano e di Spinea se n'erano accorti fin da subito che qualcosa non stava andando per il verso giusto. Non chiudendo occhio per tutta la notte, almeno fino all'alba, a causa del livello dei decibel raggiunto dalla musica. I militari dell'Arma hanno accertato che il punto in cui ha avuto luogo il rave era di proprietà di un privato, che non aveva dato alcun permesso.

Per questo motivo una trentina di ragazzi sono stati segnalati alla magistratura per invasione abusiva di terreni. L'organizzatore dell'evento secondo i militari dell'Arma si sarebbe servito di piattaforme social ad hoc per pubblicizzare il rave. I giovani sono stati identificati all'alba dalle forze dell'ordine: si tratta di persone residenti in diverse zone del Veneto, del Friuli, del Trentino e dell'Emilia-Romagna, con età compresa tra 16 e 34 anni. Si escludono pertanto, al momento, eventuali responsabilità da parte del proprietario dell’area.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento