menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubò un i-pad, computer e cellulari: erano nascosti dentro una valigia

La refurtiva trovata martedì, dopo la segnalazione del responsabile di un hotel. Nella mattinata la polizia aveva "sventato" due tentati furti in zone commerciali

Una giornata all'insegna di tentati furti in esercizi commerciali mestrini, quella di martedì. Il primo caso è avvenuto all'OVS, all'interno del centro commerciale Auchan di Zelarino, in via don Tosatto: intorno alle 13, un cittadino romeno di 23 anni è stato bloccato dal responsabile della sicurezza del negozio, dopo aver tentato di rubare una felpa del valore di 35 euro. Il ragazzo aveva rimosso la placca antitaccheggio mediante una tronchesi trovata in suo possesso. Sul posto è giunta una volante della polizia, che ha indagato il giovane in stato di libertà per tentato furto e possesso d'armi "atte ad offendere".

Due ore dopo, un'altra volante è stata inviata dalla sala operativa della questura al Decathlon di via Don Luigi Peron, a seguito della segnalazione del responsabile del punto vendita, che comunicava di aver fermato due donne di origine straniera, che si erano rese responsabili di un furto. Le due avrebbero utilizzato un passeggino per "camuffare" la refurtiva. Gli agenti, giunti sul posto, hanno identificato A.A, cittadina romena di 31 anni, indagata in stato di libertà per il tentato furto di articoli sportivi, per un valore complessivo di 29,85 euro. L'altra donna, all'arrivo della pattuglia, aveva già lasciato il negozio, dopo aver pagato la propria merce.

Parallelamente, la Polfer ha denunciato per furto aggravato L.D.E., 43enne cittadino polacco, che la scorsa settimana era stato accusato di un furto ai danni di un cittadino cinese. Alle 13.25 è giunta alla sala operativa una segnalazione da parte dell'hotel Roberta, nella zona retrostante la stazione ferroviaria: il responsabile riportava di essere in possesso di due valige, depositate e mai ritirate da due cittadini stranieri. I poliziotti si sono recati sul posto, per effettuare gli accertamenti del caso, giungendo alla conclusione che i due "colli" appartenessero proprio al 43enne. All'interno di una valigia sono stati ritrovati proprio gli oggetti denunciati dal cittadino cinese: un ipad, un computer e alcuni cellulari. Di qui è scattata la denuncia per il polacco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento