Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Stra

Pistole clandestine e proiettili abusivi, un 44enne di Stra finisce nei guai

Perquisizioni dei carabinieri di Dolo nella casa di un veneziano: sequestrati lanciarazzi e armi modificate più una grande quantità di pallottole e cartucce di diverso calibro

Centinaia di munizioni illegali, fucili ad aria compressa, lanciarazzi di segnalazione e pistole a salve trasformate in armi funzionanti. Una scoperta importante quella dei carabinieri di Dolo tre giorni fa. Mentre erano in corso i controlli su fuochi d'artificio e botti attivati in tutto il territorio veneziano, i militari sono stati impegnati a Stra con una certosina perquisizione a casa di un cittadino 44enne.

Ore di indagini hanno permesso di sequestrare una pistola e una carabina ad aria compressa prive di matricola, una pistola a salve modificata in arma vera e propria e una grande quantità di munizioni: una quarantina di cartucce calibro 7.65, una trentina di pallottole calibro 6 e 12 millimetri di cui un terzo modificate con pericolose ogive d'acciaio. Nella disponibilità del 44enne anche tre pistole lanciarazzi per rilevazione nautica la cui provenienza è ancora in corso d'accertamento. Per il veneziano sono scattate così le manette con l'accusa di detenzione di armi clandestine e munizionamento abusivo e si sono aperte le porte del carcere di Santa Maria Maggiore in attesa del processo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pistole clandestine e proiettili abusivi, un 44enne di Stra finisce nei guai

VeneziaToday è in caricamento