menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Detenuto tenta di evadere e ferisce due agenti

L'uomo era stato portato al pronto soccorso per una visita. Carrano: «Integrare le unità di polizia»

Era stato portato al pronto soccorso per sottoporsi a una visita urgente ma, una volta arrivato, ha cercato di scappare e ha ferito due agenti. Il protagonista è un detenuto del carcere di Santa Maria Maggiore di Venezia che giovedì mattina ha provato ad evadere. Un tentativo fallito, visto che i poliziotti della penitenziaria sono riusciti a fermarlo, anche se non senza difficoltà. 

«In questo periodo a Venezia il personale di polizia penitenziaria in servizio per garantire la sicurezza all’ interno dell’ istituto, piantonamenti, traduzioni e quant'altro è costretto ad espletare  turni di servizio che diverse volte arrivano anche a 12 ore consecutive, con la beffa però che superando il tetto massimo delle ore straordinarie assegnate venga accantonato e non pagato nell'immediato - denuncia Umberto Carrano, segretario provinciale dell'unione sindacati di polizia penitenziaria Uspp -. Chiediamo all’ amministrazione penitenziaria di integrare le unità di polizia presso la casa circondariale al fine di garantire al a chi fa sicurezza riposi, ferie e un giusto recupero psicofisico». Nelle fasi per impedire l'evasione, due agenti penitenziari sono rimasti feriti, hanno riportate ferite guaribili rispettivamente in dieci e tre giorni.

«A fronte di 26 unità previste nei turni diurni necessarie a garantire un regolare servizio di sorveglianza e l’espletamento delle attività, spesso ne risultano effettive solo 17 – denunciano da Cgil -. Un calo dovuto a riposi obbligatori, ferie, assenze per malattia aggravato ovviamente dalle mancate immissioni in ruolo di nuovo personale». Secondo i sindacati nel turno serale la situazione è ancora più grave: si scende a ben meno di 10 unità rispetto alle 14 minime previste in tutto l’istituto. «Chiediamo quindi – concludono – alla direzione di attivarsi presso gli uffici competenti per richiedere personale aggiuntivo ora più che mai necessario per garantire condizioni di lavoro accettabili al personale e la sicurezza della struttura».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento