rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Marghera / Via Vincenzo Brunacci

Nuovo market cinese a Marghera: scoperti dieci lavoratori in nero

I controlli delle fiamme gialle mestrine sono scattati nei confronti degli operai che stavano allestendo gli spazi in vista dell'apertura, nessuno dei quali era sotto regolare contratto

La lotta all'abusivismo e alle irregolarità sul posto di lavoro si fa più serrata, anche nel Comune di Venezia. A finire nel mirino della guardia di finanza, come racconta la Nuova Venezia, è il nuovo centro market in via Brunacci a Marghera, che ancora non ha aperto i battenti ma è già finito nei guai per le segnalazioni di lavoro in nero.

SENZA CONTRATTO – I controlli sono scattati nei giorni scorsi, quando le fiamme gialle di Mestre hanno deciso di far partire un sopralluogo nei locali del nuovo capannone gestito da alcuni imprenditori cinesi che nei prossimi giorni aprirà al pubblico a ridosso del centro Wind. All'interno dell'edificio una decina di persone era impegnata nei lavori di preparazione ed allestimento in vista dell'ormai imminente apertura, ma dai controlli effettuati dai finanzieri è risultato che nessuno dei dieci operai era in regola. Non era presente alcun documento che attestasse un eventuale rapporto di lavoro con il proprietario della struttura o con altra azienda. Ora sono in corso ulteriori controlli per stabilire se i dieci cinesi siano regolari in Italia, mentre il proprietario dell'attività è stato denunciato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo market cinese a Marghera: scoperti dieci lavoratori in nero

VeneziaToday è in caricamento