menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dimissioni di Orsoni, il testo del discorso: "Lontano dalla politica"

Revocate le deleghe della Giunta, decadute le Municipalità, Orsoni lascia l'incarico. Tra venti giorni a Venezia arriverà il commissario

Il sindaco Giorgio Orsoni ha azzerato la Giunta e annunciato le sue dimissioni nel corso di una conferenza stampa venerdì, in tarda mattinata, a Ca' Farsetti. Con tono cupo e usando parole dure il primo cittadino ha spiegato le sue motivazioni davanti ai giornalisti, ecco quindi il testo del suo intervento nella sala degli Stucchi.

IL SINDACO ORSONI SI DIMETTE

LA PROCURA: "ORSONI SAPEVA TUTTO"

LE REAZIONI AGLI “ARRESTI ECCELLENTI”

IL CASO MOSE: TUTTI GLI ARTICOLI E I VIDEO

ORSONI TORNA, LE REAZIONI DELLA POLITICA

LA LETTERA INVIATA AL PREMIER MATTEO RENZI

ADDIO ALLA POLITICA - "Buongiorno a tutti, vedo che ci vediamo più di frequente negli ultimi tempi. Vi ho invitato a essere presenti per comunicarvi le mie decisioni dopo la giornata di ieri dopo la quale ho avuto modo di riprendere in mano un po' la situazione e di confrontarmi con la politica. Con la maggioranza che mi ha espresso e anche con la minoranza. Con tutto il Consiglio. Le conclusioni che ho preso stamattina sono molto amare perché ho dovuto constatare che non c'era quella compattezza che mi era stata preannunciata per quanto riguarda il da farsi almeno per le cose urgenti nell'interesse della città. È per questo che ho voluto dare un segno chiaro della mia lontananza dalla politica. Un segno che si è concretizzato innanzitutto con la revoca della Giunta, revoca che non riguarda l'operato amministrativo dei singoli assessori. Ma che vuole semplicemente significare che è venuto meno, come ho potuto constatare ieri, quel rapporto tra la mia persona e la politica che mi ha sostenuto finora. Il mio è un gesto squisitamente politico che vuole significare questo, e vuole farlo con forza. Anche se potrà apparire a qualcuno che non sia coerente e che non sia logico revocare una Giunta che ha bene operato nel campo amministrativo, che mi ha sostenuto e che ha tenuto duro in questi giorni di assoluta difficoltà. Successivamente ho rassegnato le mie dimissioni. Come voi sapete sono dimissioni che per il momento non hanno effetto immediato perché la legge prevede che abbiano effetto dopo venti giorni ma che naturalmente potrebbero essere anticipate da altri eventi. Ve le leggo perché le dimissioni sono state ovviamente inviate da me al presidente del Consiglio comunale e al segretario generale".

ORSONI SI DIMETTE: TUTTI I VIDEO DA CA' FARSETTI

"AZZERATA LA GIUNTA, HO DATO LE DIMISSIONI" VD

"COSÌ MI ALLONTANO DALLA POLITICA" VD

"REAZIONI IPOCRITE ANCHE DALLA MAGGIORANZA" VD

"LASCIO CON GRANDE AMAREZZA" VD

AL CONSIGLIO - "Caro presidente, gli eventi di questi giorni e le relative iniziative della magistratura nei miei confronti hanno fatto emergere in modo sempre più evidente hanno fatto emergere in modo sempre più evidente la mia estreneità al mondo della politica alla quale mi ero prestato con sincero spirito di generosità verso la città. Dopo il chiarimento avvenuto con i magistrati inquirenti e la reimmissione nella carica conseguente alla revoca del provvedimento restrittivo nei miei confronti mi sono messo a disposizione del Consiglio per individuare un percorso amministrativo che consentisse di perfezionare quegli atti urgenti necessari nell'interesse dei cittadini. Le reazioni per lo più opportunistiche e ipocrite di singoli esponenti anche appartenenti a quella maggioranza che fino ad ora ha sostenuto la mia giunta mi hanno convinto che non sussistono neppure le condizioni minime per un percorso amministrativo per l'approvazione di atti urgenti a meno di una forte presa di responsabilità da parte del Consiglio. È per ciò che ho deciso di presentare le mie dimissioni dalla carica di sindaco. Ho provveduto a porre in essere la revoca della Giunta già da me annunciata ieri e tenuta in sospeso al seguito dell'invito a una ponderata riflessione che faceva presumere che ci potesse essere una più responsabile condivisione delle cose da fare da parte dell'intero Consiglio e della maggioranza in particolare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento