menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luigi Pasqualinotto, presidente dimissionario JesoloVenice

Luigi Pasqualinotto, presidente dimissionario JesoloVenice

Jesolo, aumento tassa soggiorno: dopo Aja e Ascom si dimettono i vertici JesoloVenice

"Manca il dialogo con l'Amministrazione comunale - ha sottolineato il presidente dimissionario del consorzio Pasqualinotto - e il risultato non poteva essere che questo

Trenino di dimissioni. Dopo quelle dei vertici Aja cui hanno fatto seguito quelle dei rappresentanti Ascom, sono state depositate nella giornata di martedì quelle dei vertici del Consorzio di Imprese Turistiche JesoloVenice. Il motivo, come noto, è rappresentato dall'aumento dell'imposta di soggiorno decisa dall'Amministrazione della località balneare.

"Mancanza di comunicazione con l'Amministrazione"

"E il messaggio forte giunto dalle associazioni - spiega il presidente dimissionario, Luigi Pasqualinotto - è effetto di una mancanza di dialogo con l’Amministrazione comunale, elemento fondamentale per lo svolgimento di tutto quello che può portare al bene della città. Ed essendo il Consorzio espressione degli imprenditori del territorio, non potevamo che dare seguito al preoccupante disagio espresso, dando noi stessi le dimissioni". Scelta in qualche modo obbligata anche per l'impossibilità di proseguire a seguito delle dimissioni dei rappresentanti di Aja (associazione albergatori) e Confcommercio
(associazione commercianti), che hanno fatto mancare la maggioranza in seno al Consorzio.

"Necessaria la condivisione dei progetti"

"Ben consapevoli che le risorse messe a disposizione dell’amministrazione comunale al Consorzio sono prevalentemente frutto della tassa di soggiorno - continua Pasqualinotto - è ancora più auspicabile una condivisione dei progetti che interessano il turismo, cosa impossibile di fronte a una mancanza di dialogo tra le parti. Mancanza che ha poi determinato la situazione venutasi a creare all’interno del Consorzio, che è la massima espressione della realtà imprenditoriale, con le dimissioni della della maggioranza dei consiglieri che, di fatto, hanno fatto venire meno la ragione principe di esistenza del Consorzio stesso. È stata una decisione dolorosa, ma obbligata - conclude Pasqualinotto - Siamo fortemente preoccupati per il futuro prossimo: ricordo che siamo alla vigilia della stagione fieristica che doveva portarci nelle più importanti fiere d’Europa per promuovere Jesolo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento