San Michele al Tagliamento: indagato per "intascarsi" le rette dell'asilo

L'uomo, che lavora per la scuola paritaria "Maria Bazzana", è sotto accertamento della Procura per appropriazione indebita. Per un periodo avrebbe rimpinguato lo stipendio con mille euro al mese

Non riuscivano a spiegarsi quella contabilità sempre più in rosso. Poi l'esposto in Procura e le perquisizioni: uno dei dipendenti amministrativi della scuola paritaria dell'infanzia "Maria Bazzana" di San Michele al Tagliamento per un certo periodo avrebbe arrotondato il proprio stipendio con mille euro in più. Parte delle rette dell'asilo, secondo gli inquirenti, sarebbero finite nelle sue tasche.

Le indagini, secondo quanto riporta Il Gazzettino, sono partite proprio con un esposto dei dirigenti dell'istituto. Sulla base della denuncia, i carabinieri hanno sequestrato dei documenti e del materiale, su cui ora si concentreranno le attenzioni del magistrato titolare degli accertamenti, il sostituto procuratore Federico Bressan. Con ogni probabilità, sempre se l'accusa verrà ritenuta fondata, verranno predisposti anche degli accertamenti bancari, per capire se la supposta appropriazione indebita abbia lasciato delle tracce sui conti correnti dell'indagato.

La scuola paritaria, che si trova in via De Amicis, è molto conosciuta nel paese veneziano. Ospita ogni anno 84 bambini, divisi in tre sezioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento