rotate-mobile
Cronaca San Donà di Piave / Ulss 10

Dipendenza da gioco, entra in vigore l'obbligo di mettere in guardia i clienti

Da quest'anno i negozianti di sale scommesse e sale giochi dovranno esporre la locandina con tutte le avvertenze sulla "ludopatia": le sei regole d'oro dell'Ulss 10 per evitare la trappola

Da gennaio, gli esercenti nei cui locali si possono vincere soldi in denaro e scommesse su eventi sportivi e non sportivi (come slot machine, gratta e vinci, lotterie istantanee ed altro), devono obbligatoriamente esporre apposite indicazioni sul rischio di dipendenza nella pratica di giochi, nota anche come “ludopatia”.

Lo prevede la legge 189 dell’8 novembre 2012 che coinvolge nella prevenzione il Servizio Sanitario Nazionale. A questo proposito il dipartimento per le Dipendenze dell’Ulss 10 ha messo a disposizione sulla homepage del sito internet l’apposita locandina da esporre negli esercizi pubblici: viene indicato chiaramente agli scommettitori del gioco d’azzardo il pericolo di sviluppare una dipendenza patologica, la quale determina rischi per la salute della persona, per la sua socialità, per il nucleo familiare nonché il rischio di perdere di ingenti somme di denaro. Vengono inoltre riportati i segnali che preannunciano una “ludopatia”: il crescente esborso di denaro e di tempo dedicati al gioco; diventare nervosi se non si gioca; pensare di recuperare le perdite continuando a giocare o sperando in supervincite; pensare di controllare o influenzare la fortuna con riti scaramantici; mentire a familiari ed amici;  indebitarsi e commettere illeciti per procurarsi denaro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipendenza da gioco, entra in vigore l'obbligo di mettere in guardia i clienti

VeneziaToday è in caricamento