menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disabile sanzionata nonostante il permesso: vince al secondo ricorso, multa annullata

È la storia di una trevigiana che non aveva comunicato il numero di targa al Comune di Venezia. Adico attacca: "La Prefettura non accoglie mai le ragioni dei cittadini"

Aveva il permesso europeo per disabili, ma è stata multata lo stesso per non aver comunicato la targa al Comune di Venezia, fra le poche amministrazioni in Italia che richiedono anche tale “accorgimento”. Così una anziana disabile trevigiana - racconta Adico, associazione a tutela dei consumatori - ha deciso di rivolgersi al Prefetto, che le ha bocciato la multa raddoppiandola. Lunedì', però, la donna, che ha fatto opposizione al giudice di Pace contro la decisione del Prefetto stesso, ha vinto e s’è vista annullare la sanzione.

"Sono tante le storie, spesso legate ai permessi ztl per disabili - commenta Carlo Garofolini, presidente dell’Adico - che fanno emergere il difficile rapporto fra i cittadini-automobilisti e gli uffici della Prefettura i quali, come dimostra il caso in questione, tendono a non accogliere le ragioni dei cittadini anche se fondate. La vicenda della disabile di Treviso è l’emblema di ciò che succede troppo spesso a Mestre. Chi presenta ricorso al Prefetto quasi sempre si ritrova con una bocciatura, e con la sanzione raddoppiata".

"Sconsigliamo sempre ai cittadini di ricorrere al Prefetto proprio per questo motivo - continua Garofolini - È chiaro che in questo modo si cerca di disincentivare i ricorsi contro le amministrazioni comunali, ma è un comportamento che non riteniamo giusto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento