menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Discarica nella gronda lagunare: la Capitaneria sequestra area di 10mila metri quadrati

Sono in corso gli accertamenti per determinare con esattezza la natura dei rifiuti. La Procura ha aperto un fascicolo di indagine

Trentamila metri cubi di rifiuti, pericolosi e non, ammassati all'interno di un'area di 10mila metri quadrati, contro ogni normativa ambientale. L'area, all'interno di un rimessaggio nautico nella gronda lagunare, è stata posta sotto sequestro a seguito di un'operazione del Nucleo operativo di polizia ambientale della Capitanerie di porto, supportata anche dal personale di Arpav.

Sono già cominciate, e proseguiranno nei prossimi giorni, le operazioni di caratterizzazione dei rifiuti per determinare con esattezza la tipologia del materiale depositato. Intanto la procura della Repubblica ha convalidato il sequestro e aperto un fascicolo in merito. L'operazione appena conclusa si aggiunge ad altre simili che, nei mesi appena trascorsi, sono state eseguite sia a Venezia che nell’hinterland veneziano e trevigiano e che hanno condotto al sequestro di circa 500 tonnellate di rifiuti e di aree per complessivi 23mila metri quadri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Sequestrate 83 tonnellate di rifiuti al porto di Venezia

  • Cronaca

    Taxi fermi: fatturato giù del 98% su acqua e dell'86% su gomma

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento