menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sequestrata una discarica a cielo aperto di 25mila metri quadri

Oltre 10mila metri cubi di rifiuti gestiti illegalmente all’interno di un’area appartenente ad una ditta di Cavallino-Treporti

I militari del nucleo operativo di polizia ambientale della guardia costiera di Venezia e di Jesolo hanno sequestrato una vastissima area diventata una vera e propria discarica di rifiuti speciali provenienti dall’attività di lavori edili e marittimi. Più nel dettaglio, è stata verificata che la gestione dei rifiuti condotta dall’azienda proprietaria del terreno avveniva in maniera difforme a quanto disposto dalla legge.

In un'area scoperta di circa 25mila metri quadri, la guardia costiera ha trovato oltre 10mila metri cubi di materiali di risulta accumulati, oltre a diverse decine di briccole e pontili in disuso, mezzi di lavorazione non operativi, decine di pneumatici esausti, materiale di scavo di vario tipo e fanghi, custoditi in maniera tale da poter danneggiare il suolo, il sottosuolo e le acque superficiali nelle immediate vicinanze. Gli accertamenti di polizia ambientale si sono conclusi con la denuncia del titolare dell'azienda, al quale sono state date precise indicazioni per ripristinare lo stato dei luoghi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento