rotate-mobile
Cronaca

Virus nei Balcani: l'Italia chiude a serbi, montenegrini e kosovari

L'annuncio del ministro Speranza. Poche ore fa Zaia aveva richiesto il fermo per legge per i trasgressori provenienti da fuori i confini nazionali

I cittadini di Serbia, Montenegro e Kosovo non potranno mettere piede in Italia. Ad annunciarlo è il ministro della Salute Roberto Speranza che ha spiegato di aver firmato una nuova ordinanza con l'aggiunta dei tre Paesi balcanici alla lista degli Stati a rischio. Si complica anche la posizione di chi è stato negli ultimi 14 giorni in questi territori, con il divieto di ingresso e transito sul suolo italiano. 

Tra gli stati balcanici i cui cittadini non possono recarsi in Italia ci sono anche la Bosnia Erzegovina e la Macedonia. Solo poche ore fa il presidente della Regione Veneto Luca Zaia si era lamentato per la scarsità dei controlli alla frontiera che hanno contribuito a portare la mutazione serba del virus in Italia, auspicando per tutti i trasgeressori (chi rifiuta assistenza e isolamento domiciliare) il fermo per legge.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Virus nei Balcani: l'Italia chiude a serbi, montenegrini e kosovari

VeneziaToday è in caricamento