menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto concessa da Jesolo.it

Foto concessa da Jesolo.it

Nuovo stop al rischio di "Pasquette alcoliche": il sindaco di Jesolo firma l'ordinanza ad hoc

Ormai è tradizione nelle settimane che precedono le Feste pasquali. Negli anni scorsi carovane di giovani raggiunsero la spiaggia tra alcol ed eccessi. Divieto di bere fuori da locali

Oramai non è più una novità, ma una conferma che puntualmente torna a far capolino qualche giorno prima delle festività pasquali: il sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia, martedì ha firmato l'ordinanza che vieta la detenzione, il consumo e la vendita di alcolici nelle aree pubbliche e demaniali del Lido di Jesolo. Insomma, in spiaggia con bottiglie di birra o superalcolici non ci si potrà andare. Ciò come deterrente ad alcuni episodi degli anni scorsi, in cui carovane di giovani si erano riversate sul litorale lasciandosi andare (in casi limitati ma che hanno fatto molto discutere) a comportamenti poco corretti. 

Contrasto alla "Pasquetta alcolica"

"Il provvedimento emesso dall’amministrazione ha l'obiettivo garantire la tranquillità e la sicurezza di cittadini e ospiti nei giorni delle festività della Pasqua e prevenire possibili episodi come la 'pasquetta alcolica', che qualche anno fa ha visto migliaia di giovani organizzarsi attraverso i social network per raggiungere Jesolo con il solo scopo di ubriacarsi alla ricerca del divertimento eccessivo", si legge in una nota del Comune. 

Orari, sanzioni e rischio di responsabilità penale

Lo stop agli alcolici entrerà in vigore dalle 22 di sabato 31 marzo e durerà fino alle 24 di lunedì 2 aprile su tutta la zona di Jesolo Lido e dell’arenile, dove sarà vietata la vendita per asporto di bevande alcoliche di qualunque gradazione, effettuata anche attraverso distributori automatici. Sarà consentita la vendita per asporto solo di bevande alcoliche per uso domestico, che dovranno essere chiuse in appositi involucri. Il divieto riguarderà anche la detenzione in qualunque contenitore e il consumo di bevande alcoliche di ogni gradazione in luogo pubblico, ad eccezione del consumo effettuato all’interno dei pubblici esercizi autorizzati. L’accertamento della violazione da parte degli agenti della polizia locale, comporterà, oltre alle sanzioni, anche la verifica di eventuali responsabilità penali da parte dell’autorità preposte.

Il sindaco Zoggia: "Gli eccessi non saranno tollerati"

A spiegare la ratio della norma è lo stesso primo cittadino della località balneare, Valerio Zoggia: "Intendiamo dare un segnale forte - ha dichiarato - A Jesolo c’è spazio per tutti, giovani compresi, ma non per chi intende venire qui a cercare o portare eccessi e disturbo. Questo non è divertimento, vogliamo dirlo con chiarezza e fermezza: atteggiamenti di questo tipo non saranno tollerati”. Dello stesso avviso l'assessore alla Sicurezza, Otello Bergamo: "Ci sono tanti giovani che capiscono cosa sia il giusto divertimento e quali i rischi nell’inseguire gli eccessi - ha affermato - E’ questo il pubblico giovanile che Jesolo cerca”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento