Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Stop agli spostamenti: quando si potrà ricominciare a uscire dal Veneto

Il blocco rimarrà in vigore almeno fino al 15 febbraio, se non giustificato da motivi di lavoro, salute o necessità. Sarà sempre necessaria l'autocertificazione

La bozza del decreto legge discussa ieri, 13 gennaio, nel corso del consiglio dei ministri prevede che siano vietati gli spostamenti tra le Regioni e le province autonome «dal 16 gennaio 2021 al 15 febbraio 2021», come confermato anche del presidente della Regione Veneto Luca Zaia nel corso del punto stampa di oggi dalla sede della protezione civile di Marghera.

Come riporta Today, a meno di improbabili novità dell'ultim'ora, con il nuovo decreto gli spostamenti interregionali saranno vietati se non per motivi di lavoro, salute e necessità (da dichiarare nel modulo di autocertificazione, probabilmente ne verrà messo a disposizione entro sabato un modello nuovo sul sito del Viminale): è e sarà sempre consentito il rientro al domicilio/residenza. La stretta era stata introdotta con il dl n.158 del 2 dicembre 2021 che sanciva, nel periodo dal 21 dicembre al 6 gennaio, l'impossibilità di muoversi liberamente tra le regioni, indipendentemente dal colore dei territori, giallo incluso. 

Autocertificazione per muoversi tra le Regioni

Chi non ha l’autocertificazione, può richiederla agli organi di Polizia in sede di controllo. Per coloro che si spostano per motivi di lavoro, si può anche ovviare all’autodichiarazione esibendo il tesserino fornito dal datore di lavoro, quando ciò può avvenire. Non tutti hanno comunque un tesserino fornito dall'azienda. In quel caso, si procede a compilare l'autocertificazione.

Nell'ultima bozza si legge tra le altre cose: il decreto conferma, fino al 15 febbraio 2021, il divieto già in vigore di ogni spostamento tra Regioni o Province autonome diverse, con l’eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione. Inoltre, dal 16 gennaio 2021 e fino al 5 marzo 2021, sull’intero territorio nazionale si applicano le seguenti misure:

  • è consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata, tra le 5 e le 22, a un massimo di due persone ulteriori a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. Tale spostamento può avvenire all’interno della stessa Regione, in area gialla, e all’interno dello stesso Comune, in area arancione e in area rossa, fatto salvo quanto previsto per gli spostamenti dai Comuni fino a 5000 abitanti;
  • qualora la mobilità sia limitata all’ambito territoriale comunale, sono comunque consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop agli spostamenti: quando si potrà ricominciare a uscire dal Veneto

VeneziaToday è in caricamento