Cronaca

Domani la cabina di regia: Rt a 0,62 e indicatori in miglioramento, Veneto verso la zona gialla

Timidi segnali di ottimismo sono stati fatti filtrare ieri dal governatore Zaia, che allo stesso tempo non ha nascosto la preoccupazione per la ripresa delle scuole in presenza, possibile veicolo per la circolazione massiccia del virus

Ieri il presidente della Regione Luca Zaia ha spiegato che secondo i tecnici della Regione, che hanno fatto un calcolo in casa, l'Rt in Veneto si aggira attorno allo 0,62. Un valore basso, ben distante da quell'1 che assicura il collocamento immediato nell'area di rischio arancione. Proprio in quest'area il Veneto ha trascorso tre settimane dopo la fine delle vacanze natalizie, quindi i requisiti per cambiare zona ci sono tutte, specie se si considera che l'ospedalizzazione sta migliorando giorno dopo giorno, con gli accessi che continuano ad essere minori delle dimissioni e il trend dei contagi continua ad essere proiettato verso il basso. Non è un azzardo, quindi, pensare che da domenica prossima la nostra Regione possa far ritorno nel colore giallo.

Domani la decisione per il Veneto in zona gialla

Le risposte arriveranno domani pomeriggio, dopo la consueta cabina di regia tra ministro della Salute Roberto Speranza, Comitato tecnico scientifico (Cts) e istituto superiore di sanità (Iss) che produrrà il consueto report sulla situazione epidemiologica in Italia, sulla base di cui saranno fatte le opportune valutazioni.

«Sappiamo di aver fatto tre settimane in area arancione, - ha precisato Zaia ieri nel corso del consueto punto stampa dalla sede della protezione civile di Marghera - per convenzione il periodo normale». Gli indicatori continuano a migliorare, con lo svuotamento progressivo di posti letto degli ospedali. «Questo è un segnale di speranza», ha aggiunto il governatore senza nascondere comunque un velo di preoccupazione, dovuto alla ripresa in presenza delle scuole superiori (al 50% per le prime settimane, poi al 75). Il timore, infatti, è che proprio con le lezioni sui banchi fisici possa riprendere a circolare con insistenza il virus.

Intanto, secondo l'ultimo bollettino di Azienda Zero (riferito alle 17 di ieri, mercoledì 27 gennaio) continua a calare il saldo dei positivi nella nostra Regione, attualmente 39.618, dei quali 7523 in provincia di Venezia. Anche il numero delle persone ricoverate è in discesa: sono infatti 1893 i pazienti positivi in cura negli ospedali veneti, dei quali 257 in terapia intensiva. Quest'ultimo dato continua a scendere, dopo il picco di 401 posti occupati lo scorso 31 dicembre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domani la cabina di regia: Rt a 0,62 e indicatori in miglioramento, Veneto verso la zona gialla

VeneziaToday è in caricamento