rotate-mobile
Aria inquinata / Mestre Centro

Domenica ecologica a Mestre, una giornata di stop alla circolazione

Il 29 gennaio, dalle ore 8.30 alle ore 18.30, è in vigore il blocco per i veicoli a motore

Il 29 gennaio torna la domenica ecologica con blocco totale del traffico nel centro di Mestre, fatta eccezione per i mezzi autorizzati. L'iniziativa fa parte di un pacchetto di misure straordinarie per contenere l’inquinamento atmosferico, tra le quali l'amministrazione comunale ha definito le giornate di stop ai veicoli: le prossime sono il 26 febbraio, il 26 marzo e il 16 aprile 2023.

Dal mese di ottobre 2022 e fino al 30 aprile 2023, infatti, sono entrate in vigore le norme dettate dall’Accordo di bacino padano, firmato dalle Regioni Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte per definire modalità comuni a tutta la pianura. L'obiettivo è contenere i superamenti del valore limite giornaliero del pm10 di 50 microgrammi per metro cubo, da non sforare per più di 35 giorni l'anno.

Il provvedimento prevede il blocco della circolazione dei veicoli a motore dalle ore 8.30 alle ore 18.30 nell’area delimitata dalla tangenziale A57, dal raccordo autostradale compreso tra l’uscita “Marghera” ed il cavalcaferrovia di Mestre, dalla S.R. 11, da San Giuliano (via Orlanda nel tratto tra gli svincoli in località San Giuliano e l’innesto alla S.R. 14 via Martiri della Libertà) e da via Martiri. È ammesso il transito per raggiungere una serie di aree di parcheggio (si possono consultare su questa pagina, assieme alle deroghe in vigore).

Molti osservatori sono critici sull'effettiva efficacia di iniziative saltuarie come quella delle domeniche ecologiche nel contrasto all'inquinamento; altri sostengono che contribuiscano a tenere alta l'attenzione e a far riflettere, in generale, sui comportamenti dei cittadini rispetto all'ambiente, incentivando una cultura della pedonalizzazione e della mobilità alternativa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domenica ecologica a Mestre, una giornata di stop alla circolazione

VeneziaToday è in caricamento