menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Don Gianni Antoniazzi: "Pronto a chiedere i danni al Comune"

A Carpenedo il parroco si schiera contro la pavimentazione davanti la chiesa. Tema della discordia è il pavè. I tecnici lavorano per studiare la sostituzione

Il pavè della discordia. Don Gianni Antoniazzi prende posizione contro la pavimentazione davanti alla chiesa dei Santi Gervasio e Protasio a Carpenedo.

Come riportato da Il Gazzettino, da un lato c'è il prete e tutti i commercianti della zona che chiedono a gran voce il ritorno all'asfalto nella zona carrabile, dall'altra il Comune che non ha reso la piazza zona a traffico limitato. "Sarei capace di chiedere al Comune il risarcimento completo dei danni arrecati alla chiesa, alla canonica e agli altri edifici adiacenti", ha scritto Don Antoniazzi sul foglietto settimanale "Lettera aperta".

Il pavè infatti, con il passaggio del traffico ed in particolar modo quello pesante, è il tema della discordia in quanto, secondo i commercianti, crea continue vibrazioni che rischiano di danneggiare i locali e la chiesa del paese. Richiedono quindi un ritorno all'asfalto a Carpenedo, evitando così cedimenti, buche e continue sollecitazioni dovute ai mezzi di trasporto che passano sopra al ciottolato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento