menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La generosità accresce la Pediatria del Civile: donati un ecografo e uno spirometro

“Ancora una volta la città dimostra, attraverso il buon cuore dei veneziani, la sua vicinanza all’ospedale. Questi segnali di affetto ci incoraggiano a continuare sulla strada della qualità"

Nuove donazioni accrescono la Pediatria dell’ospedale Civile di Venezia, che acquisisce strumentazioni grazie alla sensibilità e alla generosità dei veneziani. E’ stato presentato mercoledì, all’interno del reparto pediatrico, con il primario, Maurizio Pitter, e il direttore generale dell’Ulss 3 Serenissima, Giuseppe Dal Ben, il nuovo ecografo del valore di quasi trentamila euro.

Apparecchiature di ultima generazione

 “Riceviamo e mettiamo in funzione una apparecchiatura sofisticata – ha spiegato il primario – che con il suo software di ultima generazione consente una tecnica elastosonografica, un esame particolare che valuta l’elasticità dei tessuti. Ci permette quindi, rispetto all’ecografo tradizionale, di individuare una patologia spesso rilevante nei pazienti con obesità grave quale è la fibrosi epatica, in modo da evitare la biopsia epatica; permette inoltre una valutazione di tutti quei tessuti fibrotici che spesso sono associati a malattie ad alto rischio”.

Medici Clown

L’ecografo è stato acquistato dall’associazione “Papà Renzo”, che rappresenta il punto di riferimento per le necessità del reparto pediatrico. Significativi sono stati i contributi giunti e destinati a questo scopo: ben 10.000 euro sono stati donati da Ivano Seno, titolare di vetreria a Murano, altri 2000 euro sono stati messi a disposizione dall’associazione Ruga Giuffa”, già in passato vicina alla Pediatria del Civile. Un contributo di 5000 euro è giunto da Sanofy, che lo ha messo a disposizione per contribuire all’acquisto dell’ecografo e per sostenere il corso di formazione per  “clown dottori”.

L’associazione “Ruga Giuffa” ha infine donato al Reparto, consegnandolo nella stessa occasione nelle mani del Primario, uno spirometro per la misurazione della funzione respiratoria dei piccoli pazienti, per la prossima attivazione di un ambulatorio allergologico.  

Vicinanza

Il grazie dell’azienda sanitaria è giunto attraverso le parole del direttore generale: “Ancora una volta – ha detto Giuseppe Dal Ben – la città dimostra, attraverso il buon cuore dei Veneziani, la sua vicinanza all’ospedale. Questi segnali di affetto, che sono anche molto concreti e significativi nella loro dimensione, ci incoraggiano a continuare sulla strada del servizio quanto più possibile puntuale e quanto più possibile aggiornato, nell’assistenza e nella cura, in particolare con i pazienti più piccoli del nostro ospedale Civile”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Veneto ancora in zona arancione, Confcommercio: «Siamo sconcertati»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Marchio Igp per il vetro di Murano e il merletto di Burano

  • Cronaca

    Sport e attività motoria, cosa si può fare in Veneto: le Faq del Governo

  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento