menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rotary Club Venezia con l’Ulss 3: 2 “services” a favore del Suem e dell’Ematologia

Donazioni importanti per due fiori all'occhiello dell'Azienda. Si tratta di 50 manichini per la formazione di primo soccorso, nonché 15mila euro per il reparto di Ematologia

Due “services” dedicati dal Rotary Club di Venezia al tema della salute hanno costituito il cuore della serata sociale di martedì. Presente come ospite il direttore Generale dell’Ulss 3, Giuseppe Dal Ben, il Rotary ha infatti consegnato importanti contributi al Suem 118 provinciale e, attraverso l’Ail di Venezia, all’Unità Operativa di Ematologia dell’Azienda sanitaria veneziana.

A concretizzare il primo dono è stata l’iniziativa promossa dai ragazzi dell’Interact, presieduto da Lorenzo Marzo Magno, che hanno consegnato al Suem 118, diretto dal dottor Paolo Caputo, una dotazione di cinquanta manichini e un ulteriore manichino completo prosessionale da utilizzare nelle iniziative di formazione sul primo soccorso. La strumentazione ricevuta permetterà al “Gruppo Progetti Esterni” del Suem di proseguire il prezioso lavoro di sensibilizzazione svolto in particolare nelle scuole.  Nel corso del 2016 sono stati 835 gli alunni delle scuole medie e 650 quelli delle scuole superiori a cui il Suem ha portato un messaggio di sensibilizzazione sulla “cultura del soccorso”, nella sua parte di attenzione al prossimo ma anche nella oarte di concreta applicazione delle tecniche salvavita, dal massaggio cardiaco all’uso dei defibrillatori. Presenti alla cena sociale, e coinvolti nel progetto, gli studenti del Foscarini, del Benedetti e del Marco Polo, con rispettivi presidi Massimo Zane, Roberto Sintini, Annavaleria Guazzieri.

Il secondo dono del Rotary è stata la consegna di un contributo di 15mila euro, da parte del presidente Giovanni Alliata Di Montereale, ai rappresentanti di Aul Venezia, l’Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma. "Sostenendo Ail Venezia, ha spiegato il presidente Alliata - il Rotary Club sostiene il lavoro di ricerca e di cura dell’Unità Operativa di Ematologia dell’Ulss 3, guidato dal primario Renato Bassan. L’assegno, consistente, è il frutto delle donazioni raccolte durante l’asta benefica promossa nelle scorse settimane per il Rotary  Club di Venezia da Maria Luisa Semenzato, antiquario, in accordo con Mariarosa Pavese, presidente di Inner Wheel Venezia, che ha visto in vendita al miglior offerente oggetti d’arte, d’arredo, d’antiquariato".
 
Il grazie dell’azienda Sanitaria è giunto dal direttore generale Dal Ben: "Il Rotary Club - ha sottolineato Dal Ben - sostiene due eccellenze del nostro servizio sanitario: si affianca al grande lavoro svolto dal Suem 118 sul territorio, fatto di mezzi dispiegati per l’emergenza-urgenza, fatto di persone che sono ogni giorno in campo a tutela della salute dei cittadini, ma fatto anche dell’impegno del Suem per la divulgazione e la sensibilizzazione, anche dentro alle nuove generazioni; ma altrettanto importante è sostenere un reparto, quello di Ematologia, il cui lavoro, in particolare nel settore della ricerca applicata alla cura, non solo va a vantaggio del veneziani in un ambito clinico delicatissimo, ma è riconosciuto, per il suo valore, a livello nazionale e internazionale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento