Cronaca

Jesolo, lo percuote con le sue scarpe col tacco: 25enne nei guai

La giovane si era scagliata contro un uomo di 36 anni che stava dividendo alcune persone da una rissa. Dopo la furia della donna dovette farsi medicare e operare per alcune ricostruzioni

Lesioni gravi su viso e volto provocate con il tacco a spillo della sua scarpetta. Questa l'accusa per cui una 25enne di Jesolo è finita a processo a Venezia. Ieri mattina la giovane ha patteggiato una pena di due anni di reclusione (sospesa) e il pagamento risarcitorio di 10mila euro più le spese legali, altri duemila. Da quell'aggressione un 36enne dovette farsi ricoverare per sottoporsi a un intervento chirurgico di ricostruzione.

Il fatto era avvenuto nel febbraio 2009, verso le 2e30 del mattino in prossimità di alcuni stabilimenti balneari. Il 36enne era in compagnia di alcuni amici quando si era accorto che a pochi passi di distanza era scoppiata una rissa e corse per sedarla. Subito dopo, come spiegano i quotidiani locali, la donna cominciò a colpirlo con le scarpe: colpi al volto e sulla testa, col tacco per difendere il fidanzato aggredito. Il 36enne, ferito su guance, zigomi e occhi dovette farsi accompagnare al Pronto soccorso per le medicazioni di rito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jesolo, lo percuote con le sue scarpe col tacco: 25enne nei guai

VeneziaToday è in caricamento