menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentato omicidio a Marcon: ferisce più volte la moglie con una roncola

Un ex finanziere 45enne arrestato dai carabinieri. Sabato ha aspettato la coniuge fuori casa e l'ha colpita, anche al volto. La donna è fuori pericolo

L'ha colpita più volte con una roncola. Anche alla testa. Una furia incontrollabile quella che ha pervaso un ex finanziere di 45 anni che ha aggredito la moglie appena all'esterno dell'abitazione della donna a Marcon, in via Monte Cervino. Poco prima delle 8 di sabato mattina. Una coppia che stava attraversando un profondo periodo di crisi, sfociato poi in una fase di imminente separazione. Una situazione che non andava a genio all'aggressore, che ha aspettato la coniuge appena all'esterno della sua residenza per poi colpire.

La donna, sui cinquant'anni, è stata trasportata d'urgenza all'ospedale a causa delle ferite multiple causate dai diversi colpi inferti con la roncola. Non sarebbe fortunatamente in pericolo di vita, ma i segni di ciò che è accaduto, soprattutto nell'animo, continueranno a essere presenti a lungo. Per lei ferite non gravi, è stata dimessa nel pomeriggio. L'aggressore, invece, è stato bloccato da un vicino di casa e poi portato in caserma a Mestre, sembra in stato confusionale, dai carabinieri. Al termine degli accertamenti è stato arrestato per tentato omicidio. Nessun dubbio da parte delle forze dell'ordine che sia stato lui a ferire la consorte.

L'arrestato, che in giornata è stato trasferito al carcere di Santa Maria Maggiore, aveva prestato servizio fino a quattro anni fa come finanziere all'aeroporto di Tessera. Dopodiché era rimasto coinvolto in un incidente sul lavoro che l'aveva ridotto in gravi condizioni. Sarebbe stato in coma per qualche giorno. Al risveglio, però, in lui qualcosa sarebbe cambiato. Fino ad arrivare al congedo. I rapporti con la moglie non sarebbero stati più quelli di prima, tanto che la coppia era seguita anche dai servizi sociali del Comune. Frequenti gli interventi dei carabinieri per dirimere le frequenti liti che scoppiavano improvvise all'interno di quella villetta a schiera. Fino a sabato mattina, quando il 45enne ha raggiunto l'abitazione (vivrebbe in Germania da circa un mese e mezzo) per portarsi via alcuni oggetti di sua proprietà. A un certo punto la moglie esce di casa con le due figlie minorenni per portarle a scuola e si trova davanti il consorte. Che inizia a colpirla ripetutamente davanti al garage al volto e sul resto del corpo, compresi gli arti e la schiena. Le urla intanto attirano l'attenzione di un vicino di casa, Massimo, che abita proprio di fronte: poco prima delle 8 si trovava in strada per accompagnare la figlia a scuola e ha assistito all'aggressione.

Capito ciò che stava accadendo è stato subito addosso all'uomo, riuscendo alla fine a bloccarlo a terra e disarmarlo fino all'arrivo delle forze dell'ordine. L'ex finanziere infatti stava continuando a infierire sulla moglie, anche se ormai era stesa a terra. Non sarebbe resistita a lungo ai colpi dell'aggressore, che poi ha tentato di colpire anche il vicino di casa accorso in aiuto. E' stato grazie anche a un'altra vicina del caseggiato a schiera se l'agguato non si è trasformato in tragedia. In due sono quindi riusciti a rendere inoffensivo il 45enne fino all'arrivo dell'ambulanza e dei carabinieri. Infine l'arresto, con la roncola che è stata posta sotto sequestro. La vittima è rimasta sempre cosciente durante i soccorsi, anche se, sanguinante, lamentava diversi dolori e muoveva con molta fatica una mano. Fortunatamente per lei solo ferite poco profonde. Le due figlie della coppia, nel frattempo, sono state affidate ad alcuni vicini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento